Adele ha vissuto un anno davvero da record. Il 2011 della giovane inglese è stato pazzesco e il suo album “21” ha raggiunto cifre di vendite in grado di far dimenticare la crisi, sia dei dischi che quella economica. E adesso la cantante ha conquistato un nuovo primato.

Adele con il suo “21” ha infatti realizzato il primo disco in grado di vendere più di 5 milioni di copie in un anno nei soli Stati Uniti; un evento che non capitava dal 2004, quando l’album del cantante R&B Usher “Confessions” aveva venduto ben 7.9 milioni di copie.

Galleria di immagini: Adele: prima e dopo l'intevrneto

Le vendite di Adele, insieme anche a quelle di Lady Gaga, sono state talmente alte che il mercato discografico dopo anni di flessione ha registrato un primo, seppur lieve, incremento. Un fatto che non capitava, appunto, dal 2004.

Il secondo album della cantante britannica è stato quindi il più venduto del 2011 negli USA, succedendo a “Tha Carter III” di Lil Wayne, il grande successo americano del 2008, a “Fearless” di Taylor Swift, campionessa nel 2009, e a “Recovery” di Eminem, il best-seller dell’annata 2010. Sebbene i risultati sul suolo americano siano stati lontani dagli 11 milioni di “No Strings Attached”, l’album degli N’Sync (l’ex band di Justin Timberlake) uscito nel 2000, Adele con “21” ha venduto oltre 15 milioni di copie a livello mondiale. Un risultato impressionante per un anno per lei davvero incredibile.

Fonte: Yahoo News