Un colloquio di lavoro telefonico per trovare candidati perfetti. È questo il metodo utilizzato dal 30 per cento delle organizzazioni e dal 45 per cento dei servizi del settore privato, ma sostenere un colloquio “a distanza” non è semplice.

Il colloquio di lavoro telefonico ha un vantaggio rispetto a quello faccia a faccia: può essere fissato in ogni momento della giornata e, per affrontarlo, il candidato non deve prendere un giorno di ferie dal proprio posto di lavoro. Lo svantaggio è che le parole, il tono, e il modo di parlare sono più decisivi.

La cortesia paga, soprattutto se si tratta di un colloquio di lavoro per ottenere un impiego in un call center o in un centralino. Essere gentili e disponibili è indispensabile per tutte quelle attività che prevedono un contatto con il pubblico, che sia diretto o telefonico. E proprio il telefono è lo strumento migliore per comprendere pregi e difetti del candidato.

Mostrarsi rilassati e positivi è importante per il buon esito del colloquio. Sorridere o stare in piedi, spesso, aiuta a restare calmi. Così come il silenzio: mai sostenere un colloquio telefonico in un luogo affollato o rumoroso. Un posto tranquillo e appartato può facilitare la conversazione.

Una regola fondamentale è quella di non farsi mai trovare impreparati. Può capitare di dover prendere degli appunti: avere sottomano un block notes e una penna è indispensabile. Un ulteriore consiglio è quello di appuntare gli argomenti di cui si è parlato perché potrebbero tornare utili in un eventuale colloquio successivo.

Forse può sembrare un’esagerazione ma studiare il proprio curriculum è il primo passo per fare bella figura. Chi seleziona i candidati, infatti, porrà domande relative alle esperienze lavorative pregresse e alle informazioni personali descritte nel curriculum vitae.

La sicurezza è un requisito fondamentale per sfondare in tutti i campi lavorativi. Un tono di voce deciso e chiaro impressionerà positivamente il selezionatore mentre titubanze e voce spezzata dall’emozione non giocheranno di certo a favore del candidato. Ogni azienda ha una storia ed è importante conoscerla se si vogliono avere più change di ottenere un posto di lavoro. Internet è un alleato ideale nella ricerca di informazioni. Citare particolari dell’azienda è un modo intelligente per colpire l’interlocutore e stabilire un legame con esso.

Può capitare di non aver la risposta pronta. In questo caso la scelta migliore è chiedere al selezionatore un minuto di tempo per pensare ed evitare tentennamenti e silenzi prolungati. La conversazione, infatti, deve essere brillante e fluida: porre domande all’interlocutore rende il colloquio bidirezionale.

Esprimere interesse per il posto di lavoro e ringraziare il selezionatore è il modo migliore per chiudere positivamente il colloquio. A quel punto non resta che sperare in un colloquio successivo.

Fonte: Msn