L’amicizia comporta delle grandi responsabilità. Non è che gli amici siano solo delle persone con cui si esce insieme, ci si diverte, ma nel momento del bisogno bisogna abbandonarli. Così è giusto stare accanto alla propria amica del cuore in particolare quando ha qualche problema, dai più gravi ai più comuni, come le rotture all’interno di relazioni più o meno consolidate. Naturalmente, la botta per l’amica in questione sarà più dura da assorbire se la rottura arriva dopo mesi, anni o magari un matrimonio e qualche figlio. Ma è compito di una buona amica aiutarla e consolarla.

La prima grande prova di amicizia da affrontare quando una persona vicina ha interrotto le proprie relazioni sentimentali, è ascoltare. La ragione è molto semplice: spingendola a parlare le si permette di sfogarsi, in modo che esprima tutto quello che ha dentro e magari riesca a comprendere i lati positivi che una rottura comporta. Certo, soprattutto la prima sera è importante decostruire un rapporto, per poi aiutare l’amica, nei giorni successivi, a comprendere se la propria storia d’amore ha chance e volontà di essere ricostruita.

Per aiutare un’amica in difficoltà è inoltre utile distrarla. L’amicizia, in fondo, consiste anche in momenti piacevoli e una rottura è l’occasione ideale per sfoderarli tutti quanti. Così si può progettare una bella vacanza in una spa, ma anche delle cenette e delle uscite con altre amiche. Vi sono però fattori da tenere in debito conto: niente luoghi romantici per coppiette, niente film strappalacrime con lieto fine, piuttosto meglio degli horror in cui il fidanzato traditore viene dilaniato dal vampiri o dai lupi mannari, e dei luoghi che abbiano una forte componente femminile, in cui l’amica possa sentirsi maggiormente rassicurata.

Infine, un grande aiuto può arrivare da una giusta motivazione. Quando i ragazzini cadono dalla loro prima bicicletta, li si aiuta a rialzarsi, in modo che non abbiano paura di ritentare. Lo stesso vale per le relazioni sentimentali: aiutare la propria amica a trovarsi uno scacciachiodo non è poi tanto male, purché non diventi un’abitudine e l’amica si assuefaccia a relazioni che non portano da nessuna parte. La motivazione può essere indirizzata anche ad altri campi di interesse, come hobby sempre sognati ma mai davvero intrapresi.

Fonte: She Knows.