Mangiare da soli al ristorante è poco “cool”? Se negli Stati Uniti il tabù sta lentamente sparendo, da noi in Italia la cena in pubblico soli soletti è ancora considerato da “sfigati”, soprattutto per le donne. Una possibile soluzione comunque arriva dal Giappone, visto che al sushi bar la cena in solitaria è più accettabile.

Nonostante siamo nel 2010, andare al ristorante da soli è infatti ancora considerata come una cosa socialmente imbarazzante, specie per le donne. Come scriveva ormai dieci anni fa la sociologa Shere Hite:

Anche se sembra assolutamente a suo agio da sola al ristorante, la donna troverà sempre altre persone pronte a creare un’atmosfera di nervosismo, comportandosi con aria di dispiaciuta sufficienza per la situazione.

C’è comunque chi sfida direttamente (e coraggiosamente) questo tabù, come la giovane attrice Cristiana Capotondi:

A volte ceno da sola al ristorante, capita durante le riprese. Non ho voglia di stare sempre con la troupe e allora magari mangio e ne approfitto per telefonare, o leggere un giornale.

Galleria di immagini: Sushi

Un’abitudine che dunque tra le nuove generazioni sembra più accettabile e comune, mentre negli Stati Uniti secondo una ricerca della Kelton Research ben 3 adulti su 4 cenano regolarmente da soli; tuttavia, due terzi di loro preferiscono comunque mangiare a casa, evitando il ristorante.

Qualche consiglio su come mangiare fuori anche in solitaria arriva comunque da Internet: i suggerimenti sono di scegliere un posto allegro e con un servizio veloce e possibilmente sedersi al bancone o al bar del locale. Meglio ancora frequentare un sushi bar dove il servizio è molto rapido e si può stare tranquillamente al bancone anche da soli, senza dover per forza avere gli occhi di tutti puntati addosso come al ristorante.