Dal 14 al 21 marzo si apre la IX edizione della settimana nazionale per la prevenzione oncologica, organizzata dalla LILT, lega italiana per la lotta contro i tumori, che ha promosso una serie di iniziative nelle principali piazze italiane.

Alla conferenza stampa tenutasi a palazzo Chigi, Francesco Schittulli, presidente della LILT, ha affermato che lo scopo della campagna è informare i cittadini sull’importanza della prevenzione e di una corretta alimentazione. Su quest’ultimo punto ha aggiunto che la principale causa dei tumori, con una percentuale del 35, è proprio un’errata alimentazione. Il fumo si piazza al secondo posto con il 30%.

Anche quest’anno testimonial della campagna è l’olio extravergine d’oliva che verrà distribuito dai volontari della LILT in cambio di un piccolo contributo. La bottiglia sarà accompagnata da un opuscolo informativo, con indicazioni riguardo al rapporto tra i tumori e alimentazione e consigli su una sana dieta mediterranea.

La prevenzione rimane quindi la prima arma contro il cancro. Infatti come lo stesso Schittulli ha affermato:

se fino a vent’anni fa si salvava solo il 30% dei malati, oggi questa percentuale è salita al 56%, che potrebbe arrivare all’80% con una buona educazione.