Dopo la sua esclusione dall’intero palinsesto di casa Rai, Aldo Busi ha smentito le accuse gratuite che gli sono arrivate da diverse testate giornalistiche.

In una lettera indirizzata a Simona Ventura e letta a “Quelli che il calcio”, lo scrittore ha voluto mettere in chiaro che non ha mai offeso Papa Benedetto XVI:

Si parla di offese al Papa che non ho pronunciato. Ho denunciato l’omofobia e se i giornali hanno scritto che ho ingiuriato questo Papa indirettamente sono loro che l’hanno fatto direttamente.

Nonostante Busi non possa partecipare a “L’Isola dei Famosi” nemmeno come ospite in studio, la Ventura spera sempre di poter invitare l’ex naufrago per dargli la possibilità di spiegarsi meglio riguardo alle sue dichiarazioni in diretta:

Spero che Aldo Busi possa tornare all’Isola a spiegarsi, perché quello che è successo è stato un insegnamento per tutti.

Ma non tutti sono d’accordo con l’esclusione di Busi dalla Rai. In particolare, l’attore Leopoldo Mastelloni ritiene che sia stato un grave errore espellere lo scrittore da “L’Isola”. In poche parole, la produzione sapeva bene cosa sarebbe successo con la partecipazione di Aldo Busi al reality:

Cacciare Aldo Busi dall’isola è stato un clamoroso errore: sapevano bene quel che avrebbe detto. Puntare sull’aspetto gay è scontato. Se Busi non fosse omosessuale, passerebbe tutto sotto silenzio.

È dello stesso parere anche l’ex naufraga Vladimir Luxuria, mentre il giornale della Conferenza Episcopale Italiana “Avvenire” chiede agli autori del programma il perché della scelta di aver inserito Busi nel cast:

Visto che lo scrittore non è nuovo a simili performance, Ventura e la Rai non potevano pensarci prima di invitarlo sull’Isola?