Una candida Alessia Marcuzzi in camicia bianca posa sulla cover di “Vanity Fair“, che le ha dedicato una lunga intervista divisa in due parti, realizzata prima e dopo le vacanze estive, o meglio, durante il suo breve periodo da single e dopo l’inizio della sua storia con Francesco Facchinetti.

La bionda trentasettenne parla di lavoro, del suo ennesimo “Grande Fratello”, dei suoi primi vent’anni di carriera, e naturalmente della sua vita amorosa. Ai primi di agosto la conduttrice si era dichiarata felicemente single, dopo la fine della relazione con Pietro Sermonti, ma a quanto pare il flirt con Francesco era già in corso.

Non sono una bacchettona che si mette in ritiro e dice: per cinque mesi non voglio vedere un uomo.

Intanto vengono pian piano alla luce i particolari dell’incontro con Facchinetti, con il quale è entrata in contatto attraverso Facebook, dopo che il suo account è stato erroneamente cancellato.

Un mio amico mi aveva detto che Francesco conosceva qualcuno di Facebook Italia che poteva aiutarmi a risolvere un problema sul mio account: avevano cancellato il mio profilo perché pensavano fossi una che si spacciava per la Marcuzzi. Avevo scritto per protestare, ma nessuno mi credeva. Era luglio, ci siamo sentiti, e Francesco mi ha aiutato a sistemare la cosa. Ci siamo rivisti proprio a Ibiza, a casa di amici, e ci siamo piaciuti.

La protagonista di “Così fan tutte” e il Dj sono ormai assillati con domande indiscrete sul futuro del loro rapporto, al quale Alessia non vuole ancora pensare in modo troppo serio, soprattutto perché desidera gestire al meglio i contatti del suo compagno con il figlio Tommaso, di nove anni.

Ma secondo lei, in tre settimane di storia, è possibile pianificare una vita insieme? Ci stiamo ancora conoscendo, stiamo vivendo giorno per giorno, non facciamo ancora progetti. E comunque, non intendo mettere in piazza i miei sentimenti. Sono cose troppo intime.