Due registi, due autori con contenuti, stile, genere e pubblico completamene diversi si sono conquistati questa settimana il cuore degli italiani. Portando sul grande schermo le fantastiche avventure narrate nelle pagine di Lewis Carroll e il sole del Salento, Tim Burton e Ferzan Ozpetek hanno conquistato i primi posti del box office tricolore.

Con un bottino totale di 20,2 milioni di euro “Alice in Wonderland” ha il primato degli incassi italiani di questa settimana, dopo essersi aggiudicata, solo in questo weekend, ben 6 milioni di euro. Ma anche negli USA “Alice secondo Tim Burton” non conosce rivali e rimane inamovibile al primo posto con cifre totali da capogiro, circa 200 milioni di euro.

La pellicola di casa Disney sta vivendo un’ascesa incredibile, tanto da far concorrenza ai risultati di “Avatar” che, dopo la fine del secondo week end di programmazione, aveva raggiunto un totale di 25 milioni di euro.

Al secondo posto, ovviamente con numeri meno eclatanti, c’è l’ultima fatica del regista dell’indimenticabile “La finestra di fronte”, la commedia corale “Mine vaganti” che, nel suo primo week end in sala, porta a casa più di due milioni di euro, cancellando quell’alone d’ombra che avevano portato i deboli incassi di “Un giorno perfetto”.

Sull’ultimo gradino del podio tiene duro l’isola inquietante di Scorsese, “Shutter Island“. Non dice altrettanto bene, invece, agli altri film usciti nelle sale questo week end: solo al quarto posto della classifica italiana “Percy Jackson e gli dei dell’Olimpo” con poco più di un milione di euro di incassi…