I prodotti bio vengono, naturalmente, dall’agricoltura biologica e quindi non contengono additivi, conservanti e altre sostanze di sintesi che, con il tempo, possono indebolire il sistema immunitario.

L’alimentazione bio è quindi ottimale per il benessere del tuo bambino e gli evita intossicazioni e allergie, non deposita nel suo organismo scarti chimici e, in più, con i prodotti biologici impari a sfruttare le proprietà terapeutiche e non solo nutritive dei cibi.

Il beneficio apportato nella nutrizione dai prodotti biologici si desume già dalla spiegazione del termine “biologico”, che deriva dal greco bios cioè vita e logos cioè comprensione. Quindi bio sta ad indicare tutto quanto abbia come obiettivo il rispetto della vita. Bio, in sintesi, significa sano e mangiar sano, e il cibo biologico aiuta a non intossicare l’organismo con sostanze che possono farlo ammalare, oltre al beneficio che deriva dal fatto che può prevenire l’insorgenza di allergie.

L’alimentazione bio è sana e sicura, perché i prodotti sono sottoposti a controlli periodici in ogni fase della produzione. Quindi, quando il tuo bambino arriva a cinque-sei mesi e devi cominciare a svezzarlo e devi affrontare un’alimentazione diversa, è il momento di ricordare che bio è meglio!

I prodotti in commercio, anche di grandi marchi, non sempre hanno le qualità tanto pubblicizzate. E non costano poco. Molti contengono sale o zucchero o entrambi, mentre i pediatri raccomandano di non somministrare sale e zucchero ai bambini fino ad un anno. Sugli scaffali di supermercati e farmacie, i primi biscottini e gli omogeneizzati non sono proprio i più indicati per le prime pappe del bambino. L’alimentazione “sana” di marchi conosciuti prevede omogeneizzati in cui la carne è solo il 40 per cento del composto, ma oltre all’amido di riso e agli aromi naturali è presente anche il “cloruro di sodio” che il pediatra proibisce.

E fra gli ingredienti di tanti prodotti clamorosamente reclamizzati ci sono addirittura anche i grassi saturi, anche se in percentuale minima (6 su 100 grammi di prodotto). E derivano da olii vegetali non meglio specificati. Perfino nelle porzioni di purea di frutta, le etichette parlano chiaro. Ecco perché è sempre importante leggere le etichette. Tuttavia non mancano marchi che, invece, danno affidamento. Non ne citiamo i nomi per ovvi motivi, ma se leggi l’etichetta trovi che ci sono marchi affidabili e garantiti, che contengono frutta al 100 per cento, da agricoltura biologica certificata Bioagricert: questi marchi non mettono zuccheri nei vasetti di pera, mela, prugna e frutta mista.

Concludendo, quando trovi questi marchi in offerta, approfittane e fanne anche scorta. Conviene, quando si trovano prodotti sicuri, che fanno bene alla salute del tuo bambino. Ma leggi sempre le etichette per una scelta consapevole.