Seguire un’alimentazione corretta per la palestra è una regola fondamentale per chi desidera sfruttare al meglio i benefici dell’attività fisica sull’organismo seguendo una dieta appropriata.

Come scegliere, allora, la giusta alimentazione? La cosa  migliore è sicuramente quella di rivolgersi a uno specialista che possa suggerire un regime alimentare adatto alle singole esigenze. L’alimentazione giusta, infatti, deve tener conto di diversi fattori, come il sesso di appartenenza, il peso forma della persona nonché il tipo di allenamento a cui ci si sottopone.

Detto ciò, esistono comunque delle regole alimentari generali che è bene tener presenti per sfruttare al meglio i benefici della palestra. Eccone alcune.

  • Quanti pasti? L’ideale è fare tre pasti principali – colazione, pranzo e cena – intervallati da due spuntini, così da stimolare al meglio il metabolismo.
  • Bere molto. Altra regola generale fondamentale, riguarda il giusto livello di idratazione. Assolutamente consigliato bere molta acqua durante il giorno, almeno due litri.
  • Prediligere carne bianca e pesce. Le proteine sono infatti essenziali per chi fa attività sportiva. Meglio quelle provenienti dalle carni bianche e dal pesce, perché più digeribili e meno caloriche.
  • Dare ampio spazio alla frutta e alla verdura. Per fare il pieno di vitamine e sali minerali, poi, via libera al consumo di verdura fresca, anche cucinata al vapore e condita con un filo di olio extra vergine d’oliva e un po’ di limone. Semaforo verde anche per la frutta che garantisce zuccheri semplici essenziali.
  • Prediligere i cereali. Anche i cereali sono un ottimo alleato per l’allenamento. Meglio scegliere quelli a chicco intero, come  riso, avena, farro e orzo, che contengono nutrienti importanti per il buon funzionamento dei muscoli.
  • E i carboidrati? Spesso quando si pensa all’alimentazione giusta per andare in palestra, si tende ad escludere i carboidrati ma si tratta di un errore. Si possono infatti portare a tavola anche i carboidrati, purché a basso indice glicemico.
  • Evitare le bevande dolci e i superalcolici. Infine, vietati succhi di frutta eccessivamente zuccherati o bevande gassate, così come il consumo di alcolici e superalcolici.

Ecco allora un esempio di dieta da seguire.

  • Colazione: deve essere sostanziosa e nutriente quindi via libera a caffè, tè, latte o spremute, abbinati a della frutta di stagione. Perfette anche le fette biscottate, o il pane integrale, con un velo di marmellata o miele.
  • Spuntini: si può alternare uno yogurt a della frutta fresca o secca oppure a una fetta di crostata di frutta.
  • Pranzo e cena: l’ideale è iniziare con un piatto di verdure crude o cotte condite con olio extravergine di oliva, aceto o limone. Poi si può scegliere tra pasta, condita con un sugo di pomodoro leggero, carne bianca, pesce, legumi o formaggi. Meglio non concludere con la frutta che va consumata invece come spuntino.