La merenda è un pasto importante nell’alimentazione quotidiana del bambino sia a scuola che a casa. Quindi, attenzione ad una merenda corretta.

Il ritorno a scuola dopo le vacanze estive significa per il bambino il ritorno alla normalità, a ritmi più tranquilli (si fa per dire) dopo le scorribande estive e, soprattutto, anche ad un’alimentazione più corretta e quindi più sana, con ritmi cadenzati ad ore normali e ai normali pasti quotidiani, correttamente suddivisi fra colazione, pranzo, merenda e cena.

Soffermiamoci sulla merenda e sull’importanza della merenda, un pasto fondamentale nel quotidiano programma alimentare di un bambino, perché evita che le ore di digiuno tra il pranzo e la cena gli procurino quella gran fame a cena che lo spinge a mangiare più del dovuto nelle ore prossime al riposo notturno, che potrebbe anche essere disturbato da una difficile digestione.

Tuttavia spesso la merenda viene saltata oppure una buona mela, ad esempio, viene sostituita da merendine e pasticci vari o addirittura tranci di pizza e bevande zuccherate che non giovano certamente alla sua salute. Con questo tipo di merenda, infatti, il bambino ingerisce troppe calorie e poi zuccheri e grassi saturi, e finisce con il saziarsi troppo, per cui spesso salta la cena sballando i ritmi alimentari della sua giornata.

Alle mamme, ai nonni, alle zie e anche alla baby-sitter, alle persone che si occupano del bambino mentre mamma e papà sono al lavoro, una raccomandazione: insegnate al bambino a consumare una merenda corretta e nutriente: una bella mela, ad esempio, o altra frutta di stagione o uno yogurt.

Ricordate che non bisogna compensare con la merenda pomeridiana il pranzo che salta a casa o anche a scuola forse perché non gradisce la mensa della scuola. Anzi dovete consigliargli di non rifiutare la mensa scolastica, di provarla almeno qualche volta perché potrebbe anche piacergli e inoltre gli impedirebbe di interrompere i ritmi della sua alimentazione quotidiana e lui potrebbe anche tornare a casa senza quella gran fame che gli fa divorare a cena tutto quello che capita, con conseguenti indigestioni notturne…