Il ferro è un minerale contenuto in molti alimenti, sia di origine animale che vegetale, del quale l’organismo umano non può fare a meno. Questa sostanza è importante per favorire non solo la produzione di emoglobina e globuli rossi ma anche per aiutare lo sviluppo del corpo facendo sì che le sue cellule abbiano una buona ossigenazione.

Il minerale è fondamentale affinché gli organi del corpo funzionino correttamente – dal fegato, all’intestino fino al midollo osseo – e per trovare il sollievo dallo stress e prevenire diverse malattie poiché il ferro aiuta a mantenere alte le difese immunitarie.

Per questo una carenza di ferro potrebbe causare squilibri all’interno dell’organismo e si traduce in una diminuzione di emoglobina che va a causare l’anemia che, è stato stimato, affligge circa 800 milioni di persone.

Quotidianamente il corpo richiede un fabbisogno di ferro che dovrebbe aggirarsi attorno ai 10 mg per un uomo adulto e 18 mg per le donne adulte, quantità che tenderebbe a salire a 30 mg giornalieri in caso di gravidanza. Il suo assorbimento nel il corpo può essere aumentato aggiungendo vitamina C (contenuta ad esempio nel limone) all’interno delle pietanze.

È essenziale optare per un regime alimentare quanto più bilanciato per ingerire cibi ricchi di ferro: sia che si opti per una dieta che comprenda carne sia che si sia scelto un regime alimentare vegetariano o vegano, il ferro è presente in moltissimi alimenti.

Ferro: gli alimenti più ricchi

  • Carne. A meno che non si scelga un regime alimentare vegetariano o vegano, un buon apporto di ferro arriva dalla carne e in particolare dal fegato di oca o di manzo: quest’ultimo in particolare risulta essere ricco anche altri sali minerali, vitamine, proteine e una piccola parte di carboidrati. Tuttavia sussiste un piccolo inconveniente in quanto risulta essere molto ricco di colesterolo e quindi non adatto per coloro che possiedono livelli alti dello stesso.
  • Legumi. Anche i legumi possono essere un’ottima fonte di ferro, specie se si è vegetariani o vegani. Tra questi ad essere maggiormente ricchi di ferro ci sono i ceci, fagioli (ricchi di altri sali minerali come calcio, fosforo e potassio), fave, lenticchie (anche queste ricche anche di magnesio, potassio e fibre), piselli e soia (ricca di vitamine del gruppo B e potassio). Grazie alle loro molteplici proprietà i legumi offrono numerosi benefici per la salute – riduzione del rischio di sviluppare diversi tipi di tumore e abbassamento del livello di colesterolo – poiché favoriscono l’assorbimento dei grassi evitando che questi si accumulino nel sangue.
  • Frutta secca. Tra gli alimenti ricchi di ferro può essere classificata anche la frutta secca e in particolare pinoli, arachidi, mandorle secche, semi di zucca e pistacchi. Questi, oltre a essere snack nutrienti e sani possono dare un sapore in più alle insalate che siano di verdure, cereali o legumi. In particolar modo i pistacchi, oltre a essere ricchi di ferro e altri minerali (come fosforo)  sarebbero in grado di favorire l’abbassamento del colesterolo nel sangue oltre ad essere ricchi anche di vitamina A e in grado di rafforzare le difese contro i radicali liberi.
  • Cioccolato. Il cioccolato, ovviamente se fondente e amaro, è particolarmente ricco di minerali, in particolare di ferro, ma anche magnesio e potassio e svolge molteplici azioni benefiche sull’organismo. Oltre ad essere un potere antiossidante svolgerebbe una vera e propria azione antidepressiva e apporterebbe benefici anche sul sistema cardiocircolatorio.