Era il 9 marzo del 1959 quando il primo esemplare della Barbie, quella che sarebbe diventata la bambola più famosa del mondo, un vero e proprio modello di stile al quale avrebbero ambito da allora in poi gran parte delle ragazzine poi diventate donne, veniva messo in commercio.

Da allora sono passati diversi decenni, ma la Barbie fa ancora parte dell’immaginario collettivo, rappresentando il primo giocattolo per bambini che non riproduceva i bambini stessi, ma gli adulti.

Per celebrare il successo planetario di questa bambola (secondo Mattel ne sarebbero stati venduti un miliardo di esemplari in 150 Paesi del mondo) Mattel ha deciso di collaborare con Council of Fashion Designers of America, l’organo che rappresenta tutti gli stilisti degli Stati Uniti, per la creazione di una collezione di bambole ciascuna delle quali disegnata da uno stilista diverso.

Il risultato è stato un’asta che si è aperta il 28 gennaio e resterà in corso fino al 7 febbraio, in cui tutti i pezzi sono stati messi a disposizione del miglior offerente.

Tra i pezzi più ambiti finora ci sono la Barbie Lorraine Schwartz, con tanto di vestitino con diamanti battuta a 3.500 dollari e la Kate Spade Barbie, che si è fermata a 800 dollari.