È stata organizzata pochi giorni fa da Christie’s un’asta molto importante per via dei pezzi messi in vendita, dedicata all’arte moderna e impressionista.

Tra le opere più ambite, la casa d’aste ha presentato un quadro di Pablo Picasso, celeberrimo artista spagnolo vissuto tra la fine dell’800 e la metà inoltrata del ‘900, inventore di una corrente pittorica definita cubismo.

Il quadro in questione era “Tete de femme (Jacqueline)” che il pittore aveva dedicato a Jacqueline, la sua seconda moglie, dipinto nel 1963 ma rimasto nascosto al pubblico per 43 anni, e dal 1981 nelle mani di un collezionista.

Come prevedibile, visto il livello dell’opera, sono state numerosissime le offerte, ma alla fine il quadro è stato aggiudicato ad un anonimo che ha proposto un’offerta di 13 milioni di dollari, circa il doppio di quanto previsto dagli organizzatori.

Tutta l’asta ha consentito a Christie’s di incassare la cifra record di 106,8 milioni di dollari, dopo quello di Picasso, le opere più ricercate dai collezionisti sono state “La Gitana” dell’olandese Kees van Dongen venduta per 11,35 milioni dollari, e “Espagnole” della pittrice di origine russa Natalia Goncharova battuto a 10,25 millioni di dollari.