Fin dall’inizio dell’allattamento al seno è utile conoscere i metodi per aumentare il latte materno in maniera naturale. Molte donne, infatti, non si rendono conto delle reali difficoltà fino a quando non ci si trovano dentro per la prima volta.

Manuali e lezioni sull’allattamento al seno, apprese ad esempio durante il corso pre parto, non sono in grado di preparare una donna per quella che sarà una delle sfide più importanti della sua vita. Capire come nutrire adeguatamente il proprio bambino.

Durante l’allattamento al seno, infatti, una delle maggiori paure per la neo mamma è di non avere abbastanza latte: ecco allora qualche suggerimento per aumentarne la produzione in maniera naturale.

In primo luogo bisogna ricordare che allattare spesso o tirarsi il latte favorisce la produzione. In sintesi più si allatta più latte si produce. Allattare ogni due tre ore o comunque a richiesta sono ottimi modi per mantenere costante la produzione del latte, e se ci si trova nell’impossibilità di allattare poiché magari già rientrate al lavoro può essere utile utilizzare un tiralatte.

Svuotare i seni a ogni poppata sarebbe l’ideale per accrescere la produzione del latte: accertatevi che un seno sia completamente vuoto prima di spostare il neonato all’altro. Anche per chi usa il tiralatte è utile cercare di svuotare completamente il seno continuando a tirare per qualche minuto, anche quando il liquido smette di fuoriuscire.

Alimentazione e qualità della vita influiscono e non poco sulla produzione di latte. Durante l’allattamento è importante reidratarsi e bere molta acqua poiché la disidratazione è uno dei fenomeni che può colpire le neo mamme che allattano. Evitare il consumo di bevande contenenti caffeina e alcolici è fondamentale, e consumare frutta e verdura per reintegrare sali minerali persi con l’allattamento.

Le mamme stressate fanno passare il loro stato di tensione anche ai bambini, sia nel periodo pre parto sia nel post partum, soprattutto nei primi mesi di allattamento. Per allattare in serenità occorre essere rilassate, stato che favorisce anche la produzione del latte. L’ambiente in cui ci si trova al momento di allattare, il suo comfort, sono fondamentali per essere a proprio agio, e per rendere l’allattamento un momento sereno e rilassato.

Un consiglio che può sembrare in controtendenza è quello di non usare integratori o altri prodotti che possono stimolare la produzione del latte materno. Anche se le credenze delle nonne e in alcuni casi le proprietà di erbe e tisane sono reali, c’è il rischio che il latte assuma un sapore non gradito al piccolino.

Infine, non bisogna spaventarsi nei momenti di difficoltà: come ogni nuova esperienza anche l’allattamento, così naturale per ogni donna, può essere inizialmente problematico, dal trovare la giusta posizione al quantitativo giusto di ogni poppata. In caso di difficoltà non esitare a contattare il proprio medico, per evitare l’insorgere di problemi più grandi.

Fonte: Ehow