Per rimanere in forma e in salute praticare dell’attività fisica è uno degli step fondamentali: tra le tante opzioni per ottenere un corpo tonico si trova anche l’allenamento ellittico, in grado di sollecitare gran parte della muscolatura.

Questo può essere eseguito sia in palestra sia tra le mura di casa propria, dopo essersi muniti di un accessorio disponibile in tutti i negozi, dai supermercati a quelli specializzati e sportivi: appunto una bici ellittica.

Definita come un’evoluzione della classica cyclette, la bici ellittica fa svolgere gli esecizi rimanendo in piedi, in quanto è sprovvista di un “sellino” sul quale sedersi: posizionandosi sulle due apposite pedane, le gambe andranno a svolgere il solito movimento come se ci si trovasse su una bicicletta mentre le mani andranno ad afferrare le maniglie.

Queste ultime possono essere sia fisse che mobili – oggi la maggior parte delle bici ellittiche sono dotate di entrambe – e nell’ultimo caso si potrà svolgere anche un leggero esercizio per le braccia muovendosi in contemporanea con le gambe e svolgendo un movimento simile a quello praticato dallo sci di fondo.

Allenamento ellittico: perché sceglierlo

Grazie all’allenamento con una bici ellittica si potrà svolgere un esercizio che andrà a migliorare la propria resistenza cardiovascolare oltre che andare a sollecitare i muscoli della parte inferiore del corpo dalle gambe – quadricipiti e glutei – e addominali e superiore, in particolar modo i bicipiti. Come per la cyclette, anche la bici ellittica in genere viene consigliata anche per coloro che non possono correre o utilizzare il tapis roulant (specie magnetico) per via di alcuni problemi al ginocchio: grazie a questo attrezzo, infatti, l’esercizio non va a pesare sulla zona lesa.

Tuttavia, se si soffre di problemi al ginocchio è meglio non svolgere l’esercizio sulla bici ellittica all’indietro in quanto, sebbene si andranno a sollecitare i muscoli posteriori della coscia, il movimento andrà a pesare in maniera eccessiva sull’articolazione.

Allenamento ellittico: come farlo e a quale intensità

Nelle ore prima di eseguire un allenamento con la bici ellittica viene consigliato di idratare il proprio corpo con dell’acqua in quanto si andrà a svolgere un esercizio cardiovascolare particolarmente intenso e si andrà a sudare. L’abbigliamento dovrà essere ovviamente sportivo e comodo.

Prima di iniziare con l’allenamento è buona abitudine dedicare qualche minuto allo stretching in modo da andare a riscaldare i muscoli ed evitare strappi.

Una volta saliti sulla bici ellittica andrà ovviamente modificata l’intensità dell’esercizio: questo è possibile attraverso un monitor oppure manualmente attraverso una rotella posizionata davanti a sé. Ovviamente se non si è allenati e tanto meno dei grandi sportivi in generale è consigliato iniziare con una resistenza bassa, tra 1 e 2, per poi aumentarla a piacimento e a seconda del risultato che si vuole raggiungere. Più alta sarà la resistenza più si bruceranno grassi ma, allo stesso tempo, si solleciterà la muscolatura.

Una volta scelta la resitenza basterà posizionare le mani sui manubri, ricordandosi di mantenere la schiena ben dritta, si potrà partire con l’allenamento: per i principianti questo può andare dai 5 ai 10 minuti per poi aumentare man mano che si migliora la propria resistenza.

Per ottenere dei risultati evidenti il più in fretta possibile si può svolgere l’allenamento per almeno tre volte a settimana oppure anche ogni giorno – magari la mattina – svolgendo un esercizio di “risveglio muscolare” per cinque minuti.

Per rendere l’allenamento ancora più coinvolgente lo si può accompagnare con della musica, cercando di andare a ritmo: una volta terminato l’esercizio è sempre buona abitudine svolgere ancora qualche esercizio di stretching di “raffreddamento”.