Grazie all’utilizzo delle loopband è possibile allenare le gambe ovunque si desideri, anche a casa propria. In commercio ne esistono diverse versioni ma le loopband sono comunque bande elastiche chiuse ad anello, fatte di lattice e flessibili, che vengono impiegate per rinforzare i muscoli e migliorare l’aspetto delle gambe.

Loopband: come sono fatte

Queste bande elastiche, che servono anche per allenare le gambe, riescono a svolgere la loro efficace funzione proprio grazie al fatto che possiedono una chiusura ad anello. Quest’ultima, infatti, permette loro di poter essere agganciate in modo facile e veloce praticamente in tutti i posti in cui ciò può essere fatto, senza alcuna necessità di annodarle oppure di applicare impugnature.

Grazie alla loro resistenza, poi, la sicurezza dell’allenamento è garantita, a patto che si acquistino loopband di ottima qualità. Chi ha necessità di sapere che tipo di loopband acquistare e quante ne occorrono – dipende dal tipo di allenamento che si intende svolgere – può affidarsi a professionisti del settore. In genere ne possono bastare anche due soltanto.

Allenare le gambe in casa con le loopband: esercizi

Come già ribadito, grazie alle loopband è possibile allenare le gambe anche restando comodamente a casa propria. Ciò significa che ci si può allenare in ogni momento in cui si ha del tempo a disposizione per poterlo o volerlo fare, senza la necessità di uscire e di recarsi in palestra. Certo allenarsi in palestra, seguite da un personal trainer, sarebbe il massimo ma alcuni esercizi si possono eseguire anche da sole, senza alcun problema. Basta soltanto prendere un po’ di confidenza con le bande elastiche e imparare qualche esercizio da svolgere in totale autonomia.

Ecco qualche esempio:

  • Le loopband non vanno necessariamente fissate da qualche parte. Un esercizio per allenare le gambe prevede infatti che ci si sieda a terra, si posizioni parte della banda elastica dietro la schiena e poi la si tenda poggiando l’altra estremità sotto la pianta del piede. A quel punto si poggia la schiena a terra e si solleva in alto la gamba, fino a distenderla del tutto, aiutandosi con le loopband che potranno essere tese maggiormente con l’aiuto delle mani. L’altra gamba può essere stesa tutta a terra oppure, se questo riesce difficile, si può piegare leggermente.
  • Una variante dell’esercizio precedente prevede che entrambe le gambe siano ben tese in alto e che le bande elastiche poggino sulle piante di entrambi i piedi. La posizione può essere mantenuta per qualche secondo prima di riportare le gambe a terra e ripetere l’esercizio per almeno cinque volte.
  • Tornando a lavorare con una gamba sola, questa anziché essere ben tesa in alto, viene spostata lateralmente e tesa, mentre l’altra gamba è piegata leggermente. La posizione va mantenuta per almeno un minuto e poi si può passare a svolgere l’esercizio con l’altra gamba.
  • Una variante dell’esercizio precedente prevede che venga flesso leggermente anche il busto dal lato della gamba che viene piegata mentre il braccio opposto viene steso a terra e la testa si volta da questa parte.