Aloe Arborescens: è una pianta della famiglia delle Aloacee, succulenta, con foglie dotate di tessuti, detti parenchimi acquiferi, in grado di riempirsi di grandi quantità di acqua (caratteristica molto frequente per questa famiglia di vegetali).

L’Aloe Arborescens si presenta come un cespuglio ramificato che può raggiungere grandi dimensioni. Cresce spontanea nelle aree desertiche dell’Africa settentrionale, ma è diventata una pianta comune anche in italia e negli altri stati affacciati sul Mediterraneo: è nota infatti fin dal periodo di Cristoforo Colombo che la descrisse come una pianta dal superlativo potere curativo.

L’Aloe Arborescens, ben diversa dall’aloe vera, viene impiegata, soprattutto, nell’ambito della medicazione. Dalle sue foglie viene estratto il parenchima acquifero che detiene in sé fitocomposti che si mostrano:

  1. integratori di amminoacidi come prolina, tirosina, fenilalanina, istidina, arginina, triptofano e serina;
  2. fonti di vitamine, grazie all’alta concentrazione la vitamina A, B1, B2, B12, C, E, acido folico e niacina;
  3. riserve naturali di mucopolisaccaridi naturali che migliorano e regolano l’attività intestinale semplicemente stimolando la naturale peristalsi;
  4. scorte di minerali fondamentali per l’organismo come calcio, sodio, ferro, potassio, cromo, magnesio, rame e zinco.

Inoltre, l’Aloe Arborescens, ha una fortissima proprietà antiacido, diminuendo i sintomi del bruciore di stomaco acuto; è un valido aiuto anche per il sistema immunitario favorendo l’attività enzimatica grazie al buon apporto di sali minerali.

L’Aloe Arborescens è indicata in sostegno di terapie farmacologiche che potrebbero provocare danni o problemi a tutto l’apparato digerente. Il gel è utile anche a uso topico e sempre più spesso viene consigliato per favorire la rigenerazione della pelle, per assopire infiammazioni o scottature solari o domestiche, piccole ferite o irritazioni atopiche.

L’Aloe Arborescens può essere integrato nella vita quotidiana prima dei pasti principali, nella fattispecie un cucchiaio di gel d’aloe 3 volte al giorno. Ciò può dipendere anche dalla quantità di aloe contenuta nel gel. Un consiglio fondamentale da seguire quando si decide di acquistare il prodotto è quello di sceglierlo soprattutto in base al packaging. Questo perché l’aloe è fotosensibile, ovvero che si rovina alla luce del sole, quindi il contenitore dovrà essere scuro.