Le proprietà fitoterapiche dell’aloe vera sono ben note già dall’antichità, dato che sia gli egiziani sia i greci se ne servivano per favorire la guarigione di infezioni e ferite della cute e come rimedio naturale per il trattamento di altri disturbi.

Apprezzata in tutto il mondo, oggi l’aloe vera non viene utilizzata soltanto come dispositivo medico ma svolge anche un’importante funzione dal punto di vista dei trattamenti estetici. Ecco cos’è, gli effetti benefici dell’aloe vera, i suoi molteplici usi e qualche controindicazione di cui è bene essere a conoscenza.

Aloe vera: conosciamola meglio

L’aloe vera è ricavata dalla pianta Aloe Bardensis Miller, la più potente fra tutte le oltre duecento specie di aloe e fra le quattro che presentano un valore nutritivo. Questa tipologia di aloe possiede infatti un buon quantitativo di minerali, vitamine, amminoacidi ed enzimi. L’aloe vera, in particolare, viene ricavata dalle foglie della pianta, al cui interno è presente lo strato di lattice che conserva lo strato gelatinoso e da cui poi si ottiene l’aloe vera che viene impiegata per gli usi più disparati.

Il modo migliore per conoscere l’aloe vera, però, resta senz’altro quello di elencare tutte le sue proprietà benefiche e i suoi innumerevoli utilizzi.

Aloe vera: tutti i benefici

Il gel che si estrae dalle foglie dell’aloe consente di ottenere una serie di prodotti: dal succo da bere ai prodotti per la salute, dai prodotti per la bellezza e per l’estetica alle pomate per uso esterno. Per quanto riguarda i benefici che l’aloe vera reca con sé, ecco i principali e più importanti.

  • Effetti sulla digestione: l’aloe vera è in grado di migliorare la digestione degli alimenti consumati ed inoltre stimola il corretto assorbimento degli stessi da parte dell’intestino. Tra i benefici ricollegabili agli effetti sulla digestione, anche quelli sulla flora batterica.
  • Effetti sulla cute: i benefici che l’aloe vera ha sulla pelle sono noti e numerosi. Tra questi la capacità di favorire la cicatrizzazione delle ferite, di lenire i fastidi dovuti alle ustioni ma anche di procurare sollievo in caso di bruciore oppure di fastidioso prurito.
  • Effetti sul sistema immunitario: quando viene assunta per via interna (ad esempio bevendone il succo), l’aloe vera è in grado di rendere più forti le difese immunitarie dell’organismo, andando a migliorare la produzione e la reazione dei globuli bianchi contro batteri, virus e altri microrganismi.
  • Effetti depurativi: oltre ad aiutare la digestione, l’aloe vera viene utilizzata molto da coloro che hanno necessità di depurare/disintossicare l’organismo dalle tossine. Anche in questo caso ci si può affidare al succo.
  • Effetti antibatterici: proprio grazie a questa proprietà benefica, l’aloe vera viene utilizzata con efficacia in prodotti che si occupano dell’igiene intima e dell’igiene orale.
  • Effetti antiossidanti: l’uso di aloe vera consentirebbe di preservare la giovinezza e la vitalità delle cellule, permettendo all’organismo di invecchiare molto più lentamente (assieme ad alimentazione sana e corretto stile di vita).
  • Effetti antitumorali: si segnalano, infine, gli effetti antitumorali che l’aloe vera secondo alcuni studi non confermati possiede e che, a quanto pare, aiuterebbero a prevenire l’insorgenza di patologie oncologiche (ricordando, però, che la sola assunzione di aloe vera di certo non elimina il rischio di ammalarsi). Al di là delle sue qualità preventive contro il cancro, l’aloe vera verrebbe utilizzata anche quando si seguono terapie anticancro, come chemioterapia e radioterapia, ad esempio, poiché essa aiuterebbe a contrastare gli eventuali effetti collaterali dei farmaci.

Aloe vera: controindicazioni

A fronte di tutti queste effetti benefici, anche l’aloe vera presenta alcune controindicazioni di cui è bene essere a conoscenza prima di iniziare a farne uso. Gli effetti collaterali più frequenti, dovuti ad un eccesso di utilizzo oppure ad una scarsa tollerabilità soggettiva, sono la diarrea e i crampi addominali. Per evitare tali effetti, è bene rispettare l’assunzione delle dosi consigliate sulle confezioni del prodotto oppure suggerite dal medico. Nel caso in cui le dosi fossero rispettate, ma gli effetti collaterali comparissero lo stesso, sarebbe meglio interrompere l’assunzione di aloe vera.

L’utilizzo dell’aloe vera è sconsigliato in gravidanza e in allattamento, ma anche nel caso in cui si assumano altri medicinali (in questo caso è assolutamente necessario richiedere il parere e l’eventuale via libera da parte del medico). L’uso è altresì sconsigliato in bambini che hanno meno di dodici anni d’età. Il gel di aloe vera sembra essere il prodotto che crea meno problemi, e tranne il rarissimo caso in cui esso può provocare forme allergiche, per il resto può essere utilizzato anche su bambini.