Voglia di sapori nuovi in cucina? Il gomasio è la soluzione.

Si tratta di un condimento tipico della cucina orientale, soprattutto di quella giapponese, che viene preparato con il sesamo.

Ha un sapore particolare, diverso da quello del sale che conosciamo bene, che si sposa bene anche con i piatti della cucina italiana, come le verdure, le zuppe, la carne o il pesce.

Oltre ad essere molto gustoso, è un buon modo per ridurre la quantità di sale che normalmente si utilizza nella preparazione dei piatti.

Si trova facilmente in commercio, ma, data la semplicità della preparazione, è meglio prepararlo in casa anche per godere a pieno del suo aroma.

Per la preparazione necessitano semi di sesamo e alghe. Al posto delle alghe, soprattutto all’inizio e per abituarsi al sapore, si può utilizzare il sale integrale. La proporzione è di tre parti di alghe, o sale, ogni dieci di sesamo.

Dopo aver lavato il sesamo e asciugato bene con un panno di cotone, si deve procedere alla tostatura: in una padella ampia far scaldare il sesamo a fuoco lento, girando con un cucchiaio di legno fino a che i semi non iniziano a scoppiettare.

Stesso sistema per la tostatura delle alghe o del sale. Finita la tostatura mettere il tutto all’interno di un mortaio e pestare delicatamente, fino ad ottenere una polvere.