The Amanda Knox story” inizia a far scalpore ancora prima che siano girate le scene che comporranno questa fiction. Se di certo si sa che la protagonista, Amanda Knox, sarà interpretata dalla cheerleader più famosa al mondo, Hayden Panettiere, al momento non c’è molto altro, a parte una polemica.

Amanda Knox è stata condannata con Raffaele Sollecito e Rudy Guede per l’omicidio di Meredith Kercher, avvenuto in un appartamento per studenti di Perugia. La vicenda giudiziaria ha fatto grande scalpore, sia per l’efferatezza del delitto, che per la giovane età degli attori coinvolti.

Non si conosce ancora chi interpreterà Raffaele Sollecito, ma la madre della Knox, Edda Mellas sarà impersonata da Marcia Gay Harden. Il regista è Robert Dornhelm, già regista della fiction di successo “Guerra e pace”. La fiction sarà realizzata per Lifetime, le riprese girate a novembre, ma il film dovrebbe andare in onda a marzo.

Dornhelm ha spiegato come non voglia metterci del suo nella storia, ma cercherà un punto di vista oggettivo:

Cerco di rimanere obbiettivo, tratto la storia come un dramma con un grande punto interrogativo alla fine. Una ragazza carina, una studentessa ben educata, di buona famiglia. Ma poi la famosa banalità del male, la bestia del tutto normale fra di noi che potrebbe essere lei.

La famiglia e i legali di Amanda Knox affermano che si opporranno alla fiction con ogni mezzo, anche se, essendo la storia un fatto di cronaca, difficilmente riusciranno a spuntarla:

Amanda ha saputo dei libri e dei film che stanno parlando di lei. Cosa ne pensa? Pensa che tutto ciò sia bizzarro.