Mancano due settimane alla messa in onda negli USA del film TV “Amanda: murder on trial in Italy“, ma le polemiche tra famiglie e avvocati stanno già scatenando la una bufera. Il trailer, visibile su YouTube, lascia intravedere la ricostruzione dell’omicidio di Meredith Kercher in quell’appartamento perugino nel 2007: immagini scioccanti.

In pieno processo di appello, un film del genere potrebbe modificare l’opinione pubblica americana, fin qui abbastanza propensa a considerare l’innocenza della giovane Amanda Knox, incarcerata insieme all’allora fidanzato Raffaele Solecito per l’omicidio della loro amica. Una preoccupazione legittima, ma che poco ha a che fare con il processo, italiano, la cui prima udienza è fissata per il 12 marzo.

Galleria di immagini: Amanda Knox - film

Del film si è parlato molto anche prima dell’iniziativa della difesa di Amanda, grazie al ruolo interpretato dalla notissima attrice Hayden Panettiere (la cheerleader del serial “Heroes”). Ora le prime immagini stanno scatenando i commenti sul Web.

Secondo gli avvocati difensori della ragazza di Seattle, Luciano Ghirga e Carlo Della Vedova, la casa di produzione LIfetime deve “sospendere immediatamente e non distribuire, divulgare o mandare in onda” questo film.

Anche i genitori di Meredith hanno visto il trailer e si sono detti sconcertati per queste immagini. Il padre, John, ha detto:

“È terribile vedere quello che questa gente ha fatto, è decisamente scioccante. Mi avevano detto che la sceneggiatura prevedeva di arrivare fino al momento dell’assassinio, senza mostrarlo; è ovvio, da queste immagini, che invece lo mostreranno.”