Amanda Seyfried ha venticinque anni, è bellissima, giovane, ed è un stella emergente del cinema. Ha recitato in “Mamma mia!” e presto sarà di nuovo nelle sale con “Cappuccetto Rosso sangue“.

Ma ad Hollywood tutto questo non basta: ci vuole una pelle perfetta, senza rughe d’età o d’espressione, una giovinezza irreale che solo la chirurgia estetica può regalare.

Galleria di immagini: Amanda Seyfried

Niente di strano, quindi, se alla bellissima Amanda Seyfried, che dimostra ancora meno della sua già giovane età, i produttori cinematograficihanno richiesto di sottoporsi al botox.

L’attrice lo ha raccontato in una intervista rilasciata a Elle Magazine, nella quale afferma:

“Gli executive del cinema mi hanno già chiesto di usare il botox. E in fondo hanno ragione: l’attuale qualità delle camere digitali che si usano al cinema è così alta, e lo schermo così grande, da non perdonare nessuna imperfezione”.

Il botox a venticinque anni, su una bellezza così delicata, pare proprio uno scempio. Fino a che punto vale la pena inseguire la giovinezza eterna? Non è forse più bella Amanda Seyfried con il suo viso fresco e sorridente, senza labbra gonfie o fronte tirata?

Ci sono attrici dall’eccezionale talento, per esempio Meryl Streep che ha lavorato con Amanda in “Mamma mia!”, che non hanno avuto bisogno di inseguire la giovinezza per continuare a recitare. Si spera che la Seyfried non cada nella trappola come ha fatto invece la splendida Megan Fox, che per assecondare le richieste del mondo dello spettacolo ha perso le sue curve morbide per diventare magrissima.