Il banco della commissione di Amici, nella prima puntata della trasmissione, non era lo stesso: mancava qualcosa o meglio… qualcuno.

Infatti mancava il famosissimo Luca Jurman (cantante, arrangiatore e musicista) che ha partecipato al programma come professore e “vocal coach” dei ragazzi negli anni passati.

È molto strana la sua assenza visto che ha contribuito anche lui, insieme al resto della commissione, a “provinare” e scegliere i ragazzi che ora siedono nei i banchi della scuola (divisi già in due squadre, come successe negli anni passati).

Il pubblico non dimentica che è stato lui a credere nelle potenzialità di Marco Carta (vincitore dell’ultimo Festival di Sanremo) e Alessandra Amoroso, aiutandoli successivamente ad arrivare alla vittoria del programma e, nonostante i suoi metodi poco “ortodossi”, lo si apprezza come grandissimo artista e maestro.

Alcuni voci non confermate sostengono che non si sia raggiunto un accordo economico tra Jurman e la produzione: il cantante avrebbe infatti rifiutato il contratto che prevedeva quattro giorni di presenza a settimana (uno per la diretta e tre per preparare i ragazzi) mentre voleva presenziare solo per due giorni (in modo da non danneggiare le sue attività individuali).

Ma la produzione non ha accettato la sua controproposta (anche perché gli altri “docenti” lavorano a scuola per quattro giorni a settimana).

Speriamo di rivedere presto Luca Jurman gironzolare tra i banchi di Amici e insegnare ai ragazzi come sfruttare al meglio le loro doti canore.