Ogni anno, nel mondo 350.000 donne muoiono per complicazioni legate al parto e alla gravidanza. La maggior parte di queste vive in povertà in paesi in via di sviluppo e non ha un’assistenza medica, ma questa è una realtà che riguarda anche le donne che vivono nei paesi ricchi, dove le minoranze etniche spesso faticano a ricevere aiuto.

Per dare uno stop a questa sofferenza, Amnesty International ha lanciato una campagna mondiale che si prefigge l’obiettivo di rendere accessibile l’assistenza ostetrica per tutte le donne, abbattendo i costi che possono ostacolare l’accesso alle cure mediche.

Dal 21 novembre al 12 dicembre è possibile sostenere questo progetto mandando un SMS del valore di 2 euro al numero 45506 da cellulare Tim, Vodafone, Wind, 3 e CoopVoce. In alternativa, si può chiamare lo stesso numero da rete fissa e donare, così, 5 o 10 euro da Telecom Italia o 5 euro da Infostrada.

È solo un piccolo gesto che potrà permettere a tante mamme di restare in vita, portando a compimento la loro gravidanza e regalando all’intera umanità la gioia di un nuovo figlio.