Dal 18 febbraio arriva nelle sale cinematografiche “Amore e altri rimedi”, una commedia sentimentale e divertente firmata dal regista Edward Zwick, con protagonisti Anne Hathaway e Jake Gyllenhall.

Jamie Reidy (Jake Gyllenhall) è un giovane rappresentante farmaceutico che vende Viagra a medici e pazienti. Jamie è anche affascinante e facilmente seduce le donne, con cui instaura sempre relazioni esclusivamente sessuali. Un giorno, però, Jamie incontra Maggie (Anne Hathaway), un’artista malata di Parkinson, che vuole solo sesso dalla loro relazione. Ben presto il sesso diventa amore e Jamie imparerà a crescere, mentre Maggie capirà come affrontare meglio la sua malattia.

Galleria di immagini: Amore e altri rimedi

Protagonista della pellicola è sicuramente la magica pillola blu, il Viagra, che regala miracoli agli uomini di ogni età. Molti sketch, più o meno divertenti e volgari alla “cinepanettone maniera” , riguardano gli effetti diretti e collaterali della famosa e magica pillola.

La trama di “Amori e altri rimedi” non è delle più originali, anche se affronta tematiche importanti e diverse come la malattia. Se il Parkinson viene affrontato in modo delicato ma superficiale, con lo stesso sguardo miope viene trattato il tema delle relazioni sentimentali. Infatti, la ricerca spasmodica del sesso da parte dei giovani per celare un profondo bisogno di amore, viene appena sfiorata. Il regista, infatti, preferisce lasciare molto spazio agli incontri sessuali tra i due affascinanti protagonisti, piuttosto che alla storia vera e propria.

La sceneggiatura presenta così molte sbavature ed i dialoghi risultano spesso banali. Le stesse gag divertenti ruotano sempre ed esclusivamente intorno ai genitali maschili. L’aspetto moralista incombe su tutta la pellicola: le case farmaceutiche vogliono esclusivamente arricchirsi senza preoccuparsi dei veri malati, così meglio la magica pillola blu piuttosto che trovare la cura per il Parkinson.

Il regista Zwick, apprezzato per i suoi film d’azione come “Defiance – I giorni del coraggio” con Daniel Craig e “Blood Diamond – Diamanti di sangue” con Leonardo DiCaprio, esordisce con una commedia sentimentale che cerca di diventare melodrammatica, irriverente e divertente allo stesso tempo, finendo invece per diventare solo un gran mix di generi, insapore ed incolore.

La Hathaway, apprezzata attrice di commedie americane, si mostra convincente nel suo ruolo complesso di donna fragile che cerca di combattere la malattia nascondendosi dietro una facciata di durezza. Inoltre, per la prima volta l’attrice appare sul grande schermo completamente nuda, aspetto che sicuramente sarà apprezzato dal pubblico maschile. Jake Gyllenhaal, nonostante il ruolo dell’uomo affascinante e sicuro di sé, risulta spesso assente ed inespressivo.

“Amori e altri rimedi” può sicuramente definirsi una commedia sull’amore e sul sesso ai tempi del Viagra.