Conoscersi su Internet, fare sesso online, magari intraprendere una relazione o addirittura sposarsi: è quello che accade sempre più spesso. Quante volte è capitato a noi o a dei nostri amici e conoscenti di incontrare persone in Rete, magari dapprima per amicizia e poi, vedendosi, è scattato l’ormone? Una sorta di promiscuità telematica che non tutti vedono di buon occhio, eppure accade e da qualche anno ci siano anche molti mezzi per farlo accadere.

Galleria di immagini: Sesso con amore

Naturalmente, come per le persone che incontriamo nel mondo reale, bisogna fare attenzione a chi si vede, solo che sul Web chi abbiamo di fronte può fingere e tenderci dei tranelli molto più spesso che nella realtà. Questo non significa che in rete non manchino uomini e donne onesti e sinceri, magari troppo timidi per interagire in maniera “tradizionale” con un possibile partner.

La tendenza in percentuale degli utenti che cercano amicizia, sesso e amore su Internet è in continua crescita, in particolare dal 2007 ad adesso. Il sito in assoluto più diffuso e frequentato è Meetic, che permette di incontrare persone nuove vicine o lontane. Sì, perché la spinta verso la relazione su Web è causata anche da una realtà che a volte ci sta troppo stretta, quella del paesello, ossia il tipo di comunità più diffuso in Italia. Ma ci sono anche dei forum che propongono incontri, anche a sfondo sessuale di diverso genere e per tutti i gusti, come Incontrisesso, che ha differenti sezioni che soddisfano differenti opzioni (uomini, donne o entrambi) o particolari preferenze durante il sesso vero e proprio.

Questo accade forse perché davanti a uno schermo risulta più facile mettersi a nudo, a volte anche letteralmente: tra i nostri amici avremo sicuramente degli insospettabili che si esibiscono in cam, il fattore timidezza la fa da padrone, sorprendentemente anche tra moltissimi uomini. Questo non significa, però che a volte certi rapporti non si evolvano anche in qualcosa di più importante a livello sentimentale: raccontarsi senza veli significa anche parlare del nostro intimo con sincerità e farci conoscere (e apprezzare in caso) dall’altro.

Anche i social network aiutano molto da questo punto di vista: Badoo, ad esempio, offre ampio spazio alle fotografie, per cui se le immagini non sono photoshoppate, sarà facile aspettarsi una compatibilità fisica con la persona che si cerca. Su Facebook esiste una app, “Incontragente“, che serve a farsi nuovi amici o a trovare un partner. Ci sono molti ultratrentenni che lo utilizzano, forse perché la frenesia quotidiana non ci da sempre lo spazio che avevamo da giovani per incontrare nuove persone. O per conoscere meglio delle persone che nella realtà sembriamo detestare, come nel film “C’è posta per te” con Tom Hanks e Meg Ryan, due librai che si detestano: continuando a incontrarsi ogni giorno, che instaurano una delicata storia d’amore conoscendosi in chat sul Web.

Il rischi principali di conoscere qualcuno in rete? Che l’altra persona sia un maniaco o sia semplicemente violento, perché questo fattore, anche se inferiore al passato è sempre probabile, oppure di capitare in una storia raccontata da una celebre canzone di Checco Zalone, “Banana33”.