Sempre più single si affidano a Internet per trovare l’anima gemella, o il semplice compagno di una serata, ma è sempre più facile incappare in personaggi ambigui. Secondo la psicologa Monica Whitty, dell’University of Leicester, un numero crescente di persone cerca l’amore sul Web cadendo nelle truffe e almeno un 2% degli intervistati ha vissuto l’esperienza in prima persona.

Molti vengono avvicinati tramite chat o siti a tema, dove la ricerca dei cuori solitari è completamente orientata a trovare compagnia, l’amore vero e nuove relazioni.

Il trucco è facile, i truffatori si presentano come papabili pretendenti e corteggiano le vittime con costanza fino a farle cadere nella rete. Le vittime colpite dal sentimento e dalle attenzioni dimostrano fiducia, quindi davanti a una richiesta di soldi non si tirano indietro.

La recita è la stessa sempre e comunque: il truffatore chiede soldi o un bonifico su un conto civetta, dichiarando di trovarsi in difficoltà vista la crisi e una volta recuperato il contante sparisce per sempre. Il risultato è devastante, non solo le vittime subiscono un vero e proprio tradimento d’amore e ne escono sconfitte dal punto di vista emotivo e psicologico, ma anche un furto economico. E non tutti sono disposti a denunciare l’accaduto perché subentra la vergogna e il senso di colpa, la sensazione di aver ceduto davanti a un’evidente raggiro.

Fonte: Ansa