Ormai sono tantissimi i giovani che già da qualche tempo sono in piena vacanza grazie alla chiusura delle scuole, ma anche il conto alla rovescia per coloro che lavorano è agli sgoccioli. Le tanto attese ferie estive stanno finalmente per arrivare portando con loro, si sa, relax, divertimento, benessere e anche amore.

L’estate è proprio la stagione dove gli amori sono più predisposti a nascere, e il perché lo troviamo in diversi fattori: la mancanza di stress e la libertà dalle preoccupazioni sono fondamentali, seguiti poi dal risveglio ormonale, il clima caldo, atmosfere più rilassanti e maggior tempo libero a disposizione.

I luoghi dove è più probabile conoscere nuove persone sono le spiagge, le discoteche e sale da ballo per i non più adolescenti, hotel e agriturismi. Ma il luogo per eccellenza dove è più probabile avere a che fare con Cupido è il villaggio vacanza: un piccolo mondo all’interno del quale si possono trovare servizi e attività che soddisfino i nostri bisogni e svaghi. Il 66% degli italiani dichiara di aver vissuto un amore estivo in un villaggio vacanze.

Purtroppo però, questo paradiso dove siamo coccolati e agiati ha vita breve e, dopo una o due settimane, si ritorna alla vita quotidiana. Le storie d’amore così, terminano come erano iniziate: il 74% delle storie d’amore non supera i due mesi di vita e il 13% si conclude proprio con il termine della vacanza. Nonostante i mezzi di comunicazione come SMS, chat, email siano molto efficienti, non contribuiscono ad allungare le relazioni nate. Mancanza di fiducia, lontananza, gelosia, impossibilità di vivere la quotidianità insieme sono le cause scatenanti che pongono fine a un rapporto.

Ogni persona vive la sua breve relazione come può, ma ovviamente c’è chi rimane più o meno segnato, tanto che le conseguenze possono riflettersi in disturbi come depressione, ansia, sbalzi d’umore, inappetenza e calo dell’autostima fino ad arrivare a problemi di tipo alimentare come anoressia e bulimia.

Attendiamo tutto l’anno questo periodo per poterci rilassare, divertire e abbronzare, quindi è il caso di non prendere le cose troppo sul serio ma affrontarle con tutta la leggerezza dovuta per non far fronte poi a spiacevoli ripercussioni.