È un po’ presto e fa decisamente troppo caldo per parlare del Natale. Ma a Napoli non è mai troppo presto, nel quartiere di San Gregorio Armeno. In una delle botteghe più celebri, infatti, c’è una nuova statuina, quella di Amy Winehouse. La Winehouse entra così a pieno titolo, a causa della sua morte prematura, nell’olimpo dei personaggi del presepe napoletano, che consta di politici, attori, cantanti.

Galleria di immagini: Funerale di Amy Winehouse

Accade nella bottega Ferrigno, dove Amy è stata riprodotta con una delle sue peculiari capigliature, un vestito giallo, il suo solito trucco e i tatuaggi. La Winehouse è diventata già un must have, tanto che pare siano arrivate alla bottega moltissime prenotazioni per la nuova statuina, sia dall’Italia che dall’estero.

Un omaggio alla cantante scomparsa a 27 anni che molti fan non si vogliono perdere, anche se purtroppo si tratta come sempre di un fenomeno stridente: una statuina che dovrebbe essere esposta in un periodo di felicità come il Natale, racconterà un’altra volta ancora di morte.

Tuttavia, Ferrigno ha realizzato anche altre statuine, fortunatamente di personaggi pubblici ancora vivi: figurano infatti nel nuovo repertorio dell’artigiano l’atleta Federica Pellegrini, il colosso dell’industria televisiva Rupert Murdock, e infine i presidenti di Juventus e Inter che si contesero lo scudetto nel 2006, Andrea Agnelli e Massimo Moratti.