Su YouTube fioccavano i video di Amy Winehouse ubriaca e disastrosa durante molte delle sue performance nei concerti, soprattutto dopo quella del 19 giugno a Belgrado; filmati che adesso non ci sono più, poiché Universal Music Group, l’etichetta discografica che gestisce la cantante londinese, ne ha ordinato la rimozione in quanto violano il copyright. In realtà i motivi di questa scelta sembrano essere di tutt’altra natura.

Galleria di immagini: Amy Winehouse ubriaca a Belgrado

Quello della Winehouse doveva essere il tour del ritorno in grande stile, invece sul palco la cantante ha ottenuto solo fischi, visto che le sue condizioni fisiche precarie dovute all’ubriachezza pre-concerto hanno reso impossibile l’esecuzione dei brani. La mossa di togliere i video da YouTube dove la si vede barcollante, confusa e troppo ubriaca per cantare, sembra più legata all’immagine, ormai in forte declino dopo i guai in cui si è messa negli ultimi tempi.

I video su YouTube del concerto di Belgrado, ad esempio, hanno ottenuto pure il record di visualizzazioni nella giornata del 20 giugno e, onde evitare ulteriori disastri, alla Universal non sembra esser rimasto altro che richiederne la cancellazione. Il motivo? Violazione delle norme sul diritto d’autore, dal momento che tra i filmati eliminati erano comprese le esibizioni live.

L’etichetta discografica ha esercitato in questo caso legalmente un proprio diritto, ma ciò che appare davvero curioso è il fatto che i video di Amy Winehouse dove canta live non ubriaca, ci sono su YouTube, eccome. Una sorta di provvedimento dunque atto a limitare le figuracce della cantante, ma per limitarle in realtà ci vorrebbe ben altro.