Nuove speculazioni emergono dalla morte di Amy Winehouse, la cantante soul scomparsa la scorsa settimana in circostanze ancora tutte da chiarire. Si è ipotizzato un abuso di alcol e farmaci, o forse di ecstasy, ma l’autopsia si è rivelata inconcludente ai fini della scoperta delle cause del decesso. Mentre i familiari sostengono che Amy fosse sobria e libera dalle droghe, emerge una nuova testimonianza: un musicista brasiliano avrebbe parlato con lei prima della morte.

Galleria di immagini: Amy Winehouse

Si chiama Rodrigo Lampreia e sostiene di aver avuto una fugace relazione con la Winehouse lo scorso anno. Dalla loro breve storia, pare che i due si siano sentiti con una certa frequenza, nonostante Amy fosse già fra le braccia del regista Reg Traviss. Qualche chattata su Skype, messaggi su Facebook e, infine, la mail pre-morte.

Non è dato sapere quanto le dichiarazioni dell’artista, rilasciate a un quotidiano brasiliano, siano attendibili. Secondo la sua ricostruzione, il musicista avrebbe parlato con la Winehouse pochi giorni prima del decesso, quando la cantante l’avrebbe contattato per porgergli gli auguri di compleanno.

“L’ho incontrata dopo quel giorno [un duetto in un pub di Londra, ndr.]. Abbiamo poi parlato su Skype tre o quattro volte. Mi ha poi mandato una mail per augurarmi buon compleanno.”

Sembrerebbe una nuova conferma, a conti fatti, di come la Winehouse stesse passando un momento felice e, quindi, non vi sarebbero motivazioni che potrebbero indicarne il suicidio, così come Reg Traviss ha sostenuto. Lampreia ha poi raccontato il primo incontro e spiegato come riporterà sul palco di Rio de Janeiro la canzone “Rehab” in suo onore:

“Era un po’ barcollante, ma nulla di disperato, nulla di insolito così come vediamo sui media. […] Mi ha detto di adorare la musica brasiliana di Tom Jobim. Conosceva le canzoni abbastanza bene, tanto da da riuscire a cantare la maggior parte dei testi. […] L’ho sempre ammirata ancora prima di incontrarla, ho ammirato la sua musica, e il nostro incontro sarà indimenticabile.”

Nel frattempo, familiari e stampa continuano ad attendere gli esiti dell’esame tossicologico, non disponibili prima di qualche settimana, per scoprire cosa davvero abbia causato la scomparsa della cantante.