Amy Winehouse veniva trovata senza vita un anno fa, nella sua casa di Camden Square a Londra. A dodici mesi dalla sua scomparsa, la musica della cantante inglese deceduta prematuramente continua comunque a vivere ancora.

Amy Winehouse continua infatti a vendere e a far vendere dischi. L’album postumo Lioness: Hidden Treasures, contente alcune cover, registrazioni inedite e rarità, si è rivelato un successo e i suoi dischi nel complesso hanno venduto 1.7 milioni di copie dalla sua scomparsa.

Galleria di immagini: Amy Winehouse

La voce di Amy Winehouse si è poi sentita anche all’interno dei dischi di altri artisti: il duetto Body and Soul è apparso sull’ultimo disco di Tony Bennett Duets II, mentre Cherry Wine, interpretata insieme a Nas, compare nell’ultimo album del rapper appena uscito, Life is Good.

Ma la grande cantante vive ancora anche attraverso la fondazione a lei dedicata, la Amy Winehouse Fondation, e attraverso le parole delle persone che più le hanno voluto bene. Come il padre Mitch Winehouse, che nel libro da poco pubblicato Amy – Mia figlia (uscito in Italia per Bompiani) scrive:

«Ho sentito il bisogno di scrivere questo libro. Ho sentito il bisogno di narrare la vera storia della vita di Amy. La vita troppo breve di Amy è stata una corsa sulle montagne russe; vi racconterò tutto quello che so. Oltre a essere suo padre, ero anche suo amico, confidente e consigliere. Per Amy, ero il porto nella tempesta; per me, insieme a suo fratello Alex, Amy era la luce della mia vita.»

Per ricordarla, vi lasciamo con uno dei suoi brani più belli, Back to Black.

Fonte: DaringToDo