Robert Pattinson deve essere abbastanza confuso. Normale visto che oggi è finita l’era di “Twilight”, ma mentre Taylor Lautner ammette di avere emozioni contrastanti, Rob lo manifesta, dicendo prima una cosa, poi l’esatto contrario.

Pochi giorni fa infatti aveva dichiarato di essere stanco di interpretare il vampiro che lo ha lanciato nello star system, ora invece dice che gli mancherà molto, e che Edward Cullen è diventato una parte di lui:

Galleria di immagini: Robert Pattinson e Vanity Fair

“Sembra proprio come la fine di una storia. Amo molto il ragazzo, e mi mancherà. Preferisco pensare alla fine della saga come quando lasci la scuola. È come l’ultimo giorno di scuola.”

Ma non si ferma qui:

“È stato fantastico interpretare lo stesso personaggio attraverso così tante avventure. Ed è strano perché la mia vita è cambiata così tanto in questi anni, ma “Twilight” e Edward rimarranno sempre parte di me. Sono stati tutti la mia vita. Tutti i miei vent’anni. E non avrei voluto che andasse diversamente.”

Certo nemmeno stavolta manca di ricordare il suo odio per trucco e lenti a contatto, ma almeno si è lasciato andare. Tanto che ha persino raccontato una scena di “Breaking Dawn”, quella in cui Bella diventa finalmente un vampiro:

“È stata davvero intensissima. Edward può sia perderla che darle un morso e quindi l’immortalità. È stata una scena davvero drammatica per me da fare come attore e onestamente orribile per me a livello emozionale. Edward ha provato così a lungo a non trasformare Bella in vampiro e adesso… Insomma è molto triste. Si sente come se l’avesse delusa.”

Che Robert si sia calato fin troppo nella parte? Di sicuro ora ci penserà la promozione di “Water for elephants” a svagarlo un po’. La première sarà questa domenica a New York. E stavolta Kristen Stewart non ha davvero scuse per saltare l’evento.