Pacato, educato, gentile riservato. È questo Andrea Cocco, così come milioni di italiani hanno amato e votato per la vittoria al Grande Fratello, e tale si è confermato nell’intervista rilasciata questa mattina a Radio 2, nel programma “Io, Chiara e l’Oscuro”.

Un vero signore d’altri tempi, che non vuole parlare della sua vita privata, un po’ per rispetto verso sé e chi gli è caro, un po’ perché si sente un mezzo, un veicolo dell’informazione per deviare dagli argomenti davvero importanti.

Galleria di immagini: Andrea Cocco e Margherita Zanatta

In questi giorni Andrea ha lasciato un messaggio sulla sua fanpage di Facebook, per affermare che non avrebbe rilasciato interviste inerenti la sua rottura con l’altra gieffina Margherita Zanatta, e soprattutto che non sarebbe stato in TV, ma solo in radio, ospite della scrittrice Chiara Gamberale.

Quella di Andrea è stata una vera e propria invettiva contro la TV: il vincitore del GF si è paragonato a un gladiatore romano, usato dai media per distogliere l’attenzione della gente dai problemi reali, uno dei circenses su cui la televisione italiana sta cercando di investire, ma nel suo caso lo fa invano:

«Mi sento, ma penso di parlare per tutti quelli che partecipano a reality, come un gladiatore nel Colosseo al tempo dei romani: utile per distogliere le persone dalle tematiche sulle quali realmente dovrebbero concentrarsi.»

Qualche accenno alla crisi con Margherita comunque c’è stato, e altrimenti non poteva essere: la speaker varesina è stata e potrebbe ancora essere in futuro, se la crisi sarà risolta, una parte importante della vita di Andrea, che in fondo è un essere umano molto sensibile e ha spiegato le ragioni del suo rifiuto televisivo. Il modello italo-giapponese ha raccontato:

«Una coppia qualsiasi, famosa e non, può avere i suoi momenti di crisi, crisi che non può cozzare con i palinsesti televisi. Non posso far finta che vada tutto bene per andare in un programma televisivo, per questo ho scelto di seguire la mia natura e di non parlare più della mia vita privata, per tutelarla. L’asticella della mia vita intima, infatti, si è molto bassa rispetto a quella di una persona normale, ma non vuol dire che non esista.»

E chissà che questo suo “risparmiarsi”, stare lontano dai gossip, non gioverà alla sua carriera nel mondo dello spettacolo. Anche un altro celebre gieffino aveva agito nello stesso modo, il compianto Pietro Taricone, uno dei pochi che è riuscito a rivelarsi allo spettatore più per la sua bravura come attore di fiction che per i gossip sulla sua vita privata.

Fonte: RadioRai.