Il clan dei Brangelina è destinato ad allargarsi di nuovo: Angelina Jolie e Brad Pitt sarebbero pronti per adottare un altro bambino, il settimo, che entrerà a far parte della loro allargata e multietnica famiglia.

Secondo le ultime notizie riportate da Radar Online la coppia avrebbe già iniziato in maniera ufficiale le pratiche di adozione non di un orfano siriano, che la stessa attrice avrebbe incontrato durante una visita in Siria che l’ha vista in prima linea nel suo ruolo di alto commissario delle Nazioni Unite per i rifugiati.

Secondo quanto rivelato dal portale durante uno dei suoi sei viaggi nei campi per rifugiati siriani, Angelina avrebbe conosciuto il bambino e gli altri suoi due fratelli, orfani di madre per via dei bombardamenti e il cui padre sarebbe stato catturato dai soldati.

Commossa dalla loro storia e con il suo istinto materno a quanto pare l’attrice era intenzionata ad adottare tutti e tre i bambini incontrati, ma non l’avrebbe fatto perché Pitt avrebbe rifiutato. Questo perché secondo una fonte del Radar “passare da sei figli a nove sarebbe stato troppo e Brad era preoccupato dell’impatto che questo nuovo arrivato avrebbe avuto sugli altri bambini. Ma Angie non si è dispiaciuta. Sapeva che non avrebbe funzionato. Ma sono arrivati ad un compromesso adottandone uno”.

Angelina e Brad sono già genitori di sei figli, tre adottivi – ovvero Maddox (14 anni), Pax (11 anni) e Zahara (10 anni) – e tre biologici – ovvero Shiloh (9 anni) e i gemelli Knox e Vivienne (7 anni) – e l’arrivo di addirittura tre nuove persone era troppo drastico da gestire. Prima che il nuovo membro dei Brangelina entri a far parte della famiglia in maniera ufficiale ci vorranno ancora mesi. Secondo Radar, infatti “Il processo di adozione è molto lungo. Dovranno passare almeno altri quattro o cinque mesi prima che il bambino venga portato negli Stati Uniti“.