Angelina Jolie avrebbe finalmente svelato il titolo del suo debutto alla regia: “Romeo and Juliet“. La pellicola dovrebbe raccontare la storia d’amore tra un giovane uomo serbo e una donna di religione musulmana negli anni della guerra in Bosnia, avvenuta tra il 1992 e il 1995.

Le riprese del film sono iniziate a ottobre a Budapest, dove la neo regista Jolie ha trasferito anche la sua numerosa famiglia, incluso il marito Brad Pitt. La star non manca mai di attenzioni verso i suoi figli o verso il marito, dedicandogli tutto il tempo libero che ha a disposizione tra un ciak e l’altro.

Secondo quanto annunciato dalla stampa bosniaca, i dissapori tra la neo regista e le associazioni delle donne vittime della guerra dovrebbero aver trovato una pacifica soluzione e la Jolie sarebbe pronta a trasferirsi in Bosnia dal 17 al 21 novembre per continuare le riprese del suo film.

Il titolo “Romeo e Giulietta” di Shakespeariana memoria sicuramente non sembra essere tra i più originali. Inoltre paragonare le donne mussulmane ai Capuleti e i sanguinari serbi ai Montecchi, entrambe nobili e raffinate famiglie di Verona, appare a prima vista presuntuoso e fuori luogo.

Sicuramente la drammatica e passionale storia di “Giulietta e Romeo” ha assunto nei secoli un valore simbolico, diventando l’archetipo dell’amore perfetto ostacolato dalla società. Allo stesso tempo, però, romanticismo e passione non possono ambientarsi in una violenta guerra fratricida, qual è stata quella bosniaca.

Si vocifera che il film della Jolie sarà una commedia romantica, che probabilmente relegherà il racconto della guerra semplicemente sullo sfondo. Bisogna comunque attendere una conferma ufficiale da parte della regista.