Una bella donna con i capelli scompigliati dal vento, senza trucco, con abiti normali, seduta su un pontile con uno straordinario paesaggio naturale alle spalle e la sua inseparabile borsa, un’Alto Bag di Louis Vuitton: un modello fuori produzione, con grande rammarico delle appassionate del genere. Si tratta di Angelina Jolie, nuova testimonial della griffe che produce le esclusive borsette tra le più amate al mondo, la Vuitton appunto.

La Jolie è stata ritratta in questo modo per la campagna pubblicitaria “Core Values 2011” dalla fotografa Annie Leibovitz, che ormai da tempo firma le immagini della celebre casa di moda francese. Il paesaggio alle spalle è quello della Cambogia, nel dettaglio ci si trova nella provincia di Siem Reap, dove la Jolie adottò otto anni fa il piccolo Maddox.

Galleria di immagini: Angelina Jolie e le borse Louis Vuitton

L’assenza di trucco, la scelta degli abiti personali dell’attrice, e tutti gli altri dettagli non sono per nulla casuali: si è voluto ritrarre la Jolie “in borghese”, una donna bella ma semplice, in cui tutte le altre possano riconoscersi. Si tratta in realtà di una concept advertising, ossia una campagna basata sul messaggio da diffondere, anche perché la borsa fotografata non si può più comprare, a meno che qualche altra star non metta all’asta la propria. Il tema della campagna è il viaggio, un viaggio che si esplica non solo fuori ma soprattutto dentro di noi, da compiere con gli oggetti che ci sono più chiari.

Grande soddisfazione da parte del vicepresidente esecutivo della Vuitton Pietro Beccari:

“La gente non è abituata a vederla in queste situazioni. Si tratta di un momento vero. Angelina Jolie è una star mondiale a 360 gradi, sia per la sua carriera cinematografica sia per il suo impegno nelle cause umanitarie. La settimana prima dello shooting era in Libia: è una donna coraggiosa che ama mettersi in pericolo.”