Angelina Jolie continua a combattere ogni minimo rischio di tumore, e per farlo si è sottoposta nuovamente a un intervento chirurgico invasivo senza che ce ne fosse l’esigenza immediata. Avendo ereditato dalla madre, morta a soli 56 anni, il gene difettoso “Brca 1“, fattore di rischio per seno e ovaie, l’attrice americana nel 2013 già si era sottoposta per prevenzione a una doppia mastectomia.

Adesso la Jolie, in un articolo del “New York Times” intitolato “Diario di un intervento chirurgico”, ha reso noto che la settimana scorsa si è fatta asportare ovaie e tube di Falloppio. L’attrice ha soli 39 anni e avrebbe deciso di sottoporsi a una ovariectomia solo dopo che alcuni esami avevano evidenziato un’infiammazione in corso che poteva essere l’indicatore dell’insorgenza di un tumore. Angelina, madre di sei figli, adesso non potrà più averne e dovrà  procedere con cure ormonali a causa della menopausa forzata. Una decisione difficile quella dell’attrice che ha motivato così la sua scelta:

“Non è stato facile prendere questa decisione ma bisogna affrontare ogni problema di salute a testa alta”.

Il marito Brad Pitt, intanto, si trovava in Francia e ha raggiunto subito la moglie per assisterla durante l’operazione. In verità, così come già era successo per la doppia mastectomia, gli esami anche questa volta non avevano evidenziato l’insorgenza di un tumore. Gli interventi molto delicati a cui la Jolie ha deciso di sottoporsi sembrerebbero, quindi, frutto di un’eccessiva precauzione che, così come in passato, anche adesso faranno sicuramente scaturire le prevedibili polemiche.