È il primo centro di medicina emotrasfusionale veterinaria italiano e si trova a Milano, presso il laboratorio del dipartimento di Scienze cliniche veterinarie della facoltà di Medicina veterinaria.

L’obiettivo è quello di creare una banca del sangue di cui potranno beneficiare i nostri amici a quattro zampe, che, come noi, hanno bisogno di trasfusioni in caso si debbano sottoporre a interventi delicati, oppure siano vittime di incidenti stradali.

Per essere un donatore devono sussistere determinate condizioni: cani e gatti devono avere tra 1-7 anni ed essere soggetti tranquilli, affinché la trasfusione, che dura 10-12 minuti, avvenga senza troppi traumi. Il peso minimo richiesto è almeno 5 kg per i gatti e 25 kg per i cani.

Donare sangue, spiega la professoressa Daniela proverbio,

è privo di rischi e comunque gli animali non verranno mai sfruttati: per noi, la tutela del benessere dell’animale è il primo obiettivo.

È proprio per questo che i volontari, prima di donare il sangue, verranno testati per verificare la presenza di malattie trasmissibili. E sempre perché la loro salute viene prima di tutto, cani e gatti potranno donare il sangue non più di 3 volte l’anno.

In cambio della loro donazione, gli animali riceveranno esami gratuiti, cibo e antiparassitari.