Una volta era considerato come troppo esagerato e indossato solo da “bombshell“, cioè icone sexy, rappresentanti del sesso femminile che tutti gli uomini vorrebbero come propria moglie e a cui tutte le donne vorrebbero assomigliare. Usato anche da coloro che volevano essere scandalose, fuori dal comune, e soprattutto sexy senza pari, lo stile animalier è diventato una fantasia ampiamente utilizzata dagli stilisti di tutto il mondo e viene indossata da moltissime persone di tutte le età, dalle ragazzine alle donne adulte.

Galleria di immagini: Stile Animalier

Animalier non è più il simbolo per antonomasia di aggressività, ma è diventato negli anni segno di alta moda, inserito tra gli stili etno-chic favoriti dalle maison. Negli ultimi tempi, poi, una vera e propria mania ha contagiato le donne di tutto il mondo, facendo loro sfoggiare lo stile dai forti richiami della natura su scarpe, t-shirt e giacche come su sciarpe, borse, occhiali, cinture e bijoux da abbinare, aprendo le porte a un outfit curato che non lascia nulla al caso. Ideale è anche abbinato a un look del tutto sobrio, dando quindi un tocco in più di femminilità altamente seducente.

Molti stilisti di fama internazionale si sono dilettati con questa fantasia per dare vita a creazioni del tutto uniche, vediamo per esempio Dolce & Gabbana che per la collezione primavera-estate 2011 ha ideato degli occhiali, da sole e da vista, in stile animalier con sfondo di diversi colori come il rosso, per le più aggressive, o in colori più tenui come il blu, il viola, il giallo o il marrone. La forma degli occhiali è quella anni’ 60, con modelli vintage come i leggendari aviator, che sono stati resi particolarmente invitanti dalla fantasia selvaggia sulle montature.

In una delle ultime passerelle che hanno avuto luogo alla recente Parigi Haute Couture, uno degli eventi di culto della moda in cui si sono decisi i trend delle prossime stagioni autunno e inverno, Alexis Mabille ha reso protagonista lo stile animalier nella sua collezione, ispirata agli animali presenti nelle favole di La Fontaine. Enorme il successo riscosso dallo stilista, che ha saputo abbinare uno stile animalesco con l’alta moda senza esagerare. Sempre in questa occasione anche lo stilista Giambattista Valli ha presentato sulle passerelle parigine degli abiti dai richiami della giungla, decorati da morbide e leggere piume, protagoniste grandi protagoniste della sfilata.

Altri stilisti e case di moda si sono dilettati con questa fantasia nelle ultime collezioni, come i noti brand Blumarine e Roberto Cavalli. Proprio quest’ultimo ha addirittura creato una collezione per i nostri amici a quattro zampe, chiamata Roberto Cavalli Pets, caratterizzata da abitini maculati con piccole zampe canine al posto delle macchie, per rendere anche gli animali più animalier di quanto possano essere e, dettaglio non trascurabile per essere sempre in pendant con le loro padroncine.

Fonte: Stile.it