Anno Uno” è una commedia scritta e diretta da Harold Ramis che esce oggi, 6 novembre.

Età della pietra, Anno uno. Due cavernicoli, Zed (Jack Black ) e Oh (Michael Cera), vengono allontanati dal villaggio perché sono due imbranati che non riescono neanche a procurarsi il cibo. Decidono allora di intraprendere un lungo viaggio attraverso un mondo antico triviale e selvaggio, che li porterà a incontrare nuovi popoli e anche diversi personaggi biblici.

Questa commedia dovrebbe rileggere in chiave umoristica la Bibbia, come il film dei Monty Python “Brian di Nazareth“. In realtà non ci sono gag divertenti e le poche battute presenti sono di cattivo gusto.

“Anno Uno” è una commedia demenziale. Senza una linea guida, una trama o almeno un percorso, il film si sviluppa a singhiozzo saltando da una scena all’altra senza alcun filo conduttore. Banale e pieno di volgarità, riesce a strappare sorrisi giocando sempre sulla solita “palpatina”.

Il regista Harold Ramis si era messo in luce sceneggiando “Ghostbuster” e scrivendo e dirigendo altre commedie di successo come “Ricomincio da capo” (1993), “Terapia e pallottole” (1999), “Un boss sotto stress” (2002).

È difficile credere che sia una commedia scritta e diretta da Harold Ramis. Inoltre siamo solo a novembre e sembra presto per i “cinepanettoni” pieni di donnine e volgarità.