Dopo la prima puntata della stagione, questa sera torna AnnoZero portando con sé una serie di polemiche legate al comportamento di Michele Santoro.

Nonostante l’ira di Mauro Masi, per ora non è stata ancora applicata nessuna pena per il linguaggio adottato da Santoro e per il suo comportamento nei confronti della direzione Rai. In una comunicato pubblicato dopo aver visto il video della prima puntata di AnnoZero, il direttore generale Rai fa sapere che si riserva il diritto di decidere sul destino di Santoro:

Dopo un lungo e articolato dibattito il direttore generale Masi si è riservato di esercitare in proposito le prerogative e le responsabilità a lui demandate dalla normativa vigente.

A ogni modo, il programma non è stato ancora cancellato dai palinsesti, quindi “the show must go on”. Questa sera in studio ad Annozero sono stati invitat il ministro della Difesa Ignazio La Russa e Nichi Vendola, il governatore della Regione Puglia. La puntata, dal titolo “Crisi di regime”, si prospetta molto interessante.

Oltre a Vittorio Sgarbi, anche il direttore del quotidiano “Avanti!” Valter Lavitola ha chiesto di essere invitato come ospite ad AnnoZero. Il suo obiettivo è quello di rispondere alle accuse che gli sono state mosse da Italo Bocchino durante la prima puntata del programma. Il capogruppo di Futuro e Libertà ha accusato Lavitola di essere implicato nella faccenda sull’appartamento a Montecarlo. È per questo motivo che Lavitola spera che il programma non venga cancellato:

Volevo informare Santoro che sto pregando perché non avvenga la sospensione del programma da parte del CdA Rai e gli chiedo se in cambio è disposto a invitarmi.