Gli annunci di lavoro possono contenere messaggi “nascosti”, ecco perché è molto importante saperli leggere nel modo giusto così da presentarsi al colloquio con la preparazione adatta a sostenerlo. Ci sono alcune parole chiave che compaiono in quasi tutte le inserzioni, e dietro il loro apparente significato letterale stanno a intendere qualità ben diverse. Facciamo alcuni esempi.

Se in un annuncio di lavoro si trova la descrizione dell’ambiente come “esigente“, molto probabilmente significa che si dovranno accettare orari di lavoro più lunghi del previsto, ritmi serrati e sarà richiesta una notevole capacità di adattamento e flessibilità.

Un altro termine utilizzato frequentemente è “dinamico“, riferito a una caratteristica che il candidato deve possedere. In questo contesto significa che è richiesta molta intraprendenza, spirito di iniziativa, idee e produttività ai massimi livelli. Una figura attiva quindi, che sappia prendere in mano anche le redini del colloquio di lavoro.

Se un’azienda si propone come “in rapida crescita” molto probabilmente si troverà a un livello ancora inferiore di quello dichiarato, in quanto le società che hanno già raggiunto velocemente la fase di sviluppo non stanno a rimarcarlo, anche perché il loro nome sarà già noto nell’ambiente in cui opera. Lo stesso discorso vale quando un’azienda si definisce “leader nel settore“. Occorre sempre fare delle ricerche sul reale posizionamento della società sul mercato prima di affrontare un incontro conoscitivo.

La richiesta di orari flessibili è una delle costanti negli annunci odierni, ma ciò non significa che le ore aggiuntive verranno adeguatamente remunerate. Capacità di problem solving e motivazione alla vendita dovrebbero invece farvi capire nella maggior parte dei casi che ve la dovrete cavare da soli e che la voglia di lavorare dovrà essere maggiore delle aspettative di guadagno.

Molto spesso viene poi richiesta una “esperienza poliedrica“, un termine interessante che nasconde un’esigenza ben precisa: dovrete essere capaci di spaziare attraverso molteplici mansioni senza per questo sentirvi sottovalutate o sfruttate, al giorno d’oggi è molto comune venire assunti per poi scoprire che si sta ricoprendo il ruolo che prima svolgevano 3 persone.

In conclusione quando si legge un annuncio di lavoro occorre saper leggere tra le righe eliminando gli aggettivi più fantasiosi e attraenti per lasciare spazio alla sostanza di ciò che viene offerto, e naturalmente alla solidità dell’azienda sul mercato.

Informarsi prima di un colloquio è quindi molto importante, si possono fare ricerche su Internet o tramite conoscenti che operino nello stesso settore o anche infine chiarire tutti i dubbi ponendo delle domande al selezionatore durante l’incontro.

Fonte: Careerbuilder