Il primo “Silent Hill” del 2006 è uno degli adattamenti di videogame meglio riusciti degli ultimi anni e ora, nonostante un non enorme riscontro ai botteghini, sta per arrivare il promettente sequel “Silent Hill 3D: Revelation“. A parlare della sua nuova “creatura” cinematografica è il regista britannico Michael J. Bassett, già autore di “Solomon Kane” che annuncia una pellicola spaventosa ispirata al terzo videogame della serie.

Il nuovo film sarà incentrato sulla 18enne Heather Mason e Bassett annuncia di voler rimanere fedele alle atmosfere del primo episodio e dei videogiochi:

Finalmente è stato annunciato il progetto e posso dire che ho voglia di condividere questa esperienza con tutti voi; ho scritto e dirigerò il prossimo film della saga di Silent Hill. Mi piace il videogioco e sono un grande ammiratore della prima pellicola, specialmente dell’abilità di Christophe Gans e del suo team di catturare l’aspetto di quel mondo. Squadra che vince non si cambia, così sto per riunire più che posso di quel team creativo, ma probabilmente aggiungerò un po’ più di oscurità e paura nel mix. Adoro la complessa mitologia e i risvolti psicologici che la Konami ha creato, così farò del mio meglio per onorare anche quell’aspetto. Sono determinato a creare un film che si basi sulle qualità della prima pellicola e che sia capace di riproporre i migliori aspetti dei videogiochi, e nello stesso tempo dare al pubblico personaggi più delineati, una storia coinvolgente e introdurre alcuni nuovi terrificanti mostri (riproponendo nello stesso tempo alcuni di quelli classici) e, cosa più importante… spaventare tutti a morte.

Bassett parla anche di come spesso ai prodotti horror non venga dato abbastanza spessore:

È stata una vera sfida scriverlo, e ho speso davvero un sacco di tempo rivisitando il gioco e ogni più piccolo pezzo della mitologia che ho trovato. Ovviamente le mie scelte non metteranno d’accordo tutti, ma l’ambizione è quella di fornire al pubblico una particolare, intensa e terrificante esperienza, sulla scia di una storia davvero grande, legata a un grandissimo cast che fornirà un’ottima prova. È più di ciò che potete trovare in moltissimi horror di oggi, lo so, ma perché non puntare in altro e cercare di portare un po’ di qualità a un genere al quale spesso non viene riservato il dovuto rispetto?

Vedremo quindi se Michael J. Bassett riuscirà a mantenere le buone premesse e a realizzare un seguito (stavolta girato in 3D) del primo ottimo episodio diretto da Christophe Gans (“Il patto dei lupi”) e sceneggiato da Roger Avary, regista di “Le regole dell’attrazione” e co-sceneggiatore con Quentin Tarantino di “Pulp Fiction”.

Di seguito vi proponiamo alcune immagini della prima pellicola.