Se gli uomini possono avere tutte le attenuanti genetiche per la loro “naturale” predisposizione al tradimento, non vedo perchè le donne non debbano avere scusanti riguardo la loro presunta “instabilità” umorale.

Quante volte ho sentito parlare di sindrome premestruale, di sbalzi d’umore, di isteria, tutti termini riferiti ovviamente all’universo femminile. Nonostante il mio segno da cancherina, fino a poco tempo fa nemmeno io credevo molto al mito dello sbalzo umorale e della donna tipicamente lunatica. Poi ho ahimè sperimentato in prima persona: gli ormoni sono una condanna per noi femminucce.

Non è una scusa, non è un’attenuante, non è una mera giustificazione. E l’ennesimo studio scientifico lo conferma: l’Istituto di scienze neurologiche del Cnr di Catanzaro in collaborazione con l’Irccs Fondazione Santa Lucia di Roma ha infatti dimostrato che le donne sono più ansiose degli uomini per natura. E indovinate un po’ quale sarebbe la causa di tutto ciò? Gli ormoni. Appunto.

Il nostro caro ciclo mestruale provocherebbe tutto un rimescolamento ormonale, colpevole poi dell’ansia insana che spesso ci attanaglia, ci fa vivere male tantissime situazioni e, come se non bastasse, ci fa spesso litigare con compagni, partner, mariti, conviventi, fidanzati, figli e anche amici.

Perchè, diciamoci la verità, l’ansia è positiva solo quando è giustificata realmente da un fattore oggettivo esterno, come la paura. Quando inizia a manifestarsi per cause talmente eteree da sembrare quasi irreali, bè lì iniziano a essere dolori. Insomma, più siamo ansiose e peggio viviamo, da qui non si scappa.

Gli uomini invece? Vivono male solo se stanno dietro a queste nostre “fobie” ansiose. Altrimenti, ed è la maggior parte dei casi, se il mondo cade loro addosso, non fanno altro che spostarsi un po’ più in là. Eppure, nonostante tutto questo, non mi spiego come mai la parte maschile della popolazione solitamente abbia un’aspettativa di vita più breve di quella femminile. Dovrebbe essere il contrario.

In ogni caso, ormai abbiamo un’arma in più per rispondere alle accuse di fracassamento di attributi (che ci vengono propinate ogni qualvolta manifestiamo in qualche modo i nostri sbalzi d’umore e la nostra ansia talvolta ingiustificata), specie se l’altra nostra “metà” tende a giustificare il possibile tradimento come un fattore naturale e genetico, che secondo la teoria darwiniana dell’evoluzione della specie aiuterebbe l’uomo a conservarsi meglio (e a morire prima, ma questa è un’altra storia).

Ecco ogni volta che ci sarà un battibecco simile, dovremo avere sempre gli ormoni in tasca. Quelli maschili portano gli uomini a farfalleggiare in giro, i nostri a elucubrare cattivi pensieri, paranoie e quant’altro. (Oppure semplicemente ci conducono prima di loro a verità altrimenti tendenti a un artificiale quanto incomprensibile occultamento?? Dicesi…lungimiranza…sesto senso…mah).

In ogni caso il consiglio è sempre lo stesso: combattete lo stress e l’ansia con il country!

photo credit: kevin dooley via photopin cc