Assolutamente motivate: le nuove responsabilità rappresentano una delle cause principali dello stress del neo papà. Se ha condotto sempre una vita indipendente e senza sacrifici o limitazioni, fa fatica a far convivere notti in bianco e coliche con gli impegni di lavoro. Tanti uomini si sentono addirittura prigionieri a causa delle nuove responsabilità. Le loro aspettative durante la gravidanza spesso si scontrano con una realtà ben più difficile.

Un uomo sa di dover provvedere alla sua famiglia, ma allo stesso tempo potrebbe sentirsi in colpa per le debolezze che non avrebbe mai immaginato di provare. E inoltre si preoccupa per la salute del bambino, soprattutto nei primi mesi. C’è addirittura qualche papà che a volte si lascia prendere dal timore che il figlio non possa respirare e va a controllarlo ogni minuto. Insomma un’ansia provocata dalle nuove responsabilità che vengono dal suo nuovo ruolo di papà.

Il fattore economico, poi, incide molto sul comportamento degli uomini, che peraltro oggi svolgono volentieri ruoli prettamente femminili con i bambini, ma la loro preoccupazione principale sono i soldi, perché temono di non riuscire a mantenere la nuova famiglia. E in questi periodi di crisi economica i timori sono sempre più frequenti. Anche gli uomini sono combattuti fra la necessità di lavorare e il desiderio di trascorrere maggior tempo con i propri figli. Ecco perché si sentono come spinti in direzioni opposte.

Ma mentre la mamma si sente responsabile del nutrimento del bambino, l’uomo sente il dovere di rendersi utile in altri modi. Ad esempio, garantire alla sua famiglia un ambiente sicuro. Insomma avverte una forte pressione. E tuttavia l’uomo, ad un certo punto, deve arrivare ad una considerazione per essere più sereno e non far pesare le sue ansie sulla famiglia e specialmente sul piccolo: deve, cioè, autoconvincersi che si tratta di un periodo transitorio, che la situazione cambierà e non durerà per sempre.

Ma lo sapete che anche al neo papà può venire la depressione post partum? Di solito la depressione post partum è appannaggio delle donne, ma un recente studio ha appurato che in media può anche colpire un uomo su cinque. Mancanza di sonno, aumento delle responsabilità e problemi economici sono tutti fattori che contribuiscono alla depressione dei genitori. I sintomi sono simili sia nelle donne che negli uomini, ma questi ultimi non ammettono molto facilmente i loro problemi psicologici.