Gli appassionati di antiquariato aspettano con ansia la bella stagione: sono tanti, infatti, i mercatini da visitare in primavera in tutta Italia. Molti organizzatori propongono anche edizioni invernali, ma l’idea di una passeggiata al sole, con temperature miti, tra busti, quadri, armadi della nonna e abbigliamento vintage è allettante non solo per i fan dell’arredamento d’antan.

Del resto, tra le tendenze d’arredo più amate degli ultimi anni, c’è quella di abbinare mobili classici e moderni per creare uno stile affascinate ed eclettico. Si allungano le giornate e si susseguono le occasioni per fare acquisti o scoprire il mondo dell’antiquariato, tra appuntamenti di settore e amatissimi e storici mercatini delle pulci.

In attesa dei mercatini di Pasqua, del 1° maggio e dei ponti che ci permetteranno di passare qualche giorno di relax fuori città, scopriamo 5 mercatini dell’antiquariato da visitare in primavera.

Leggi anche Antiquariato: cos’è e come riconoscere quello autentico

  1. Gran Balôn a Torino. Dal 1985, antiquari, rigattieri e artigiani si danno appuntamento tra le vie Lanino, Mameli, Canale Carpanini e Borgo Dora e propongono mobili, ceramiche e abbigliamento vintage. All’interno del Cortile del Maglio, poi, manufatti e prodotti cartacei danno vita a vere e proprie esposizioni estemporanee. Ogni seconda domenica del mese dalle 8 alle 18.
  2. Mercatone dell’Antiquariato sul Naviglio Grande a Milano. Si sistemano lungo tutto il primo tratto del Naviglio Grande, da viale Gorizia al ponte di via Valenza, su un percorso di quasi due chilometri affacciato sulle sponde del canale più antico di Milano, i 380 espositori con cui contrattare l’acquisto di mobili e orologi, porcellane e argenti, gioielli, bambole e giochi, libri e stampe. Due le vie, Corsico e Paoli, dedicate al vintage di qualità. Ogni ultima domenica del mese dalle 9 alle 18.
  3. Mostra Mercato del C’era una volta a Gonzaga (MN). Il Circolo filatelico, numismatico e hobbistico della città (che proprio nel 2018 compie 30 anni) organizza uno dei mercatini più interessanti della zona, noto tra i collezionisti d’antiquariato perché propone pezzi ricercati e di qualità. Ma tutti i visitatori potranno trovare occasioni tra complementi d’arredo, oggettistica, quadri, francobolli, monete, ceramiche, porcellane, accessori vintage e altre curiosità. Il calendario della primavera 2018 prevede il mercato a piazza Matteotti dalle 8 alle 18: lunedì 2 aprile, mercoledì 25 aprile, martedì 1°maggio, domenica 20 maggio, sabato 2 giugno.
  4. Mercato Antiquario a Lucca. Una manifestazione storica, quella del Mercato Antiquario Lucchese, nata nel 1970 e che raccoglie più di 220 espositori una volta al mese nella centrale e suggestiva zona di via del Battistero, piazza Antelminelli, piazza San Martino, piazza San Giusto, piazza San Giovanni e piazza Bernardini. Una curiosità: la tradizione antiquaria di Lucca ha origini longeve: nasce nel medioevo, quando le famiglie nobili erano solite cercare, in tutta Europa, pezzi esclusivi con i quali arricchire le proprie dimore. La terza domenica del mese e il sabato precedente, tutto il giorno.
  5. Porta Portese a Roma. Il mercato delle pulci più famoso di Italia, nonostante l’invasione di merce contraffatta, riserva ancora sorprese a chi ama l’antiquariato e ha la pazienza non solo di cercare tra le bancarelle, ma anche di raggiungere al mattino presto, quando si fatto i migliori affari, il viale tra piazzale Ippolito Nievo e l’omonima Porta. Non disdegnate vie e viette limitrofe, potreste trovare proprio lì quello che cercate. Tutte le domeniche dalle 6 alle 14.