La crisi economica si fa sentire soprattutto per i pensionati, che cercano di affrontarla come meglio sanno, più che altro svolgendo dei piccoli lavoretti. Ma c’è anche chi riesce a guadagnare e per di più evade il fisco. Si tratta di una pensionata dell’astigiano, che aveva iniziato un commercio per decine di migliaia di euro all’anno su eBay.

eBay, come tutti sanno, è il network che si occupa di vendite on line: chiunque può mettere all’asta il proprio vecchio cellulare, strumenti musicali, videogiochi e molto altro. E naturalmente anche abbigliamento: la categoria merciologica di cui si è occupata l’anziana pensando di arrotondare la pensione, per far fronte alla sua personale crisi economica, vendendo abbigliamento e calzature su Internet acquistati in precedenza da spacci aziendali o da aziende dall’est.

Non ci sarebbe niente di strano, non fosse altro che la donna non ha dichiarato le sue entrate al fisco, o meglio la dichiarazione dei redditi annuali avveniva, ma era circostanziata agli introiti della propria pensione. La donna è stata denunciata dalla Guardia di Finanza, perché esercitava il commercio senza essere titolare di partita IVA e senza dichiarare nulla allo stato.

Ora l’anziana ha sistemato parzialmente la situazione, almeno per 200.000 euro, grazie allo scudo fiscale, ma pagherà delle sanzioni per 50.000 euro incassati in due anni, il mancato pagamento dell’Iva per 10.000 euro, la mancata comunicazione di inizio attività e la mancata istituzione dei registri contabili obbligatori. E rientrerà anche lei ora in chi soffre per la crisi economica.

Fonte: Yahoo.