L’aperitivo in estate diventa un must assoluto. Perché in alcuni casi c’è più tempo libero, più voglia di assaggiare cibo al calar del sole quando fa più fresco, più voglia di stare insieme con gli amici. Ed è per questa ragione che tante volte può essere anche divertente prepararlo in casa con alcune accortezze. Ecco quindi alcune ricette con delle varianti possibili che seguono il proprio gusto personale.

Si parte dagli alcolici: non c’è aperitivo senza bevande. L’ideale è il mohito, perché è fresco e al gusto di menta. Tra le ricette di alcolici da servire durante un aperitivo c’è però chi consiglia il vino rosato con ghiaccio e frutta, come ciliegie o fragole. Per chi è pigro e non sa nulla di alcolici invece ci si può avvalere di qualche long drink, come soprattutto una freschissima vodka lemon, rum e cola, ma anche gin lemon e vodka red bull. Quest’ultimo si può preparare anche con una vodka aromatizzata, magari al mirtillo o alla fragola, per chi ama i cocktail particolarmente dolci. Per chi non beve alcolici, invece, via libera a centrifugati di verdure, consigliatissimi sedano, finocchio o carote, allungati con acqua e limone.

Tra gli stuzzichini per un aperitivo che si rispetti, canapè a go-go. Le basi possono essere fatte di cracker, di pan carré, di sfoglia, o anche di formaggio. Come guarnizioni non può mancare alcun tipo di formaggio morbido, il gorgonzola al mascarpone, lo stracchino, il Philadelphia anche nelle varianti salmone o olive nere. Al posto del formaggio morbido si possono utilizzare anche dei paté, non solo il grande classico al fegato d’oca, ma anche i più popolari al tonno, salmone, olive nere, o delle cremine alle verdure come peperoni, pomodori, o anche l’Olivotto, che crea quel tipico gusto agrodolce. Le guarnizioni possono essere di tutti i tipi, dal prosciutto, cotto o crudo, al salmone affumicato, al sedano, pomodoro e olive, fino alle uova di lompo o addirittura il caviale, per chi non sa rinunciarci. Gradite anche cozze o gamberetti sgusciati.

A proposito di frutti di mare: si può pensare anche a dei piatti con cruditesse. Via libera ai carpacci di salmone e pesce spada, ma anche qualche piatto con cozze nere (che possono essere anche cotte al vapore, per chi non può fare a meno di cuocerle), patelle, vongole e magari ostriche.

Tra i carpacci, fresco e gustoso è anche quello di bresaola. La bresaola può essere utilizzata anche per condire dei mini tramezzini insieme con salsa allo yogurt o alle erbe, che ne esalti il gusto. Graditi gli involtini ai salumi e formaggi o con verdure grigliate: da ricordare che lo speck sta benissimo con il primosale, il prosciutto cotto si sposa perfettamente con l’emmenthal, la pancetta coppata con il brie o il briolo. Con il formaggio morbido invece si possono guarnire verdure crude, come cicorie, cetrioli, carote, sedano e finocchio. Il formaggio deve avere un gusto molto forte, come il gorgonzola. Sulla tavola di un aperitivo che si rispetti non possono mancare frutta secca e salata, come anacardi, arachidi o pistacchi, tarallini, pop corn, olive verdi e nere.